Omicidio Jesi, venerdì l’ultimo saluto a Fiorella

Italo Giuliani e Fiorella Scarponi

Michel Santarelli è ancora ricoverato nel reparto di Psichiatria del “Carlo Urbani”

L’intera comunità di Jesi è ancora sconvolta dal tragico episodio avvenuto lo scorso 3 luglio nell’abitazione di via Severi (leggi il nostro articolo). Un omicidio senza alcun movente quello di Fiorella Scarponi, 69 anni, uccisa con un pezzo di vetro che le ha reciso trachea e carotide. Il marito, Italo Giuliani, 74 anni, ferito gravemente, è ora in ospedale a Torrette, ma le sue condizioni stanno migliorando rapidamente.

Il medico legale ha eseguito l’autopsia sulla salma della donna ed è stata restituita alla famiglia che ha fissato i funerali per venerdì 10 luglio alle 18, nella chiesa di San Giuseppe. Italo farà di tutto per salutare un’ultima volta la sua Fiorella e accanto a lui ci saranno le loro figlie Tiziana, Marta e Ilaria con i rispettivi compagni di vita Francesco, Davide e Ian, e i nipotini. Secondo le norme anti covid, venerdì soltanto 130 persone potranno entrare in Chiesa, con le mascherine e nel rispetto delle distanze sociali di un metro.

L’autore dell’omicidio, Michel Santarelli, 25 anni, è ricoverato nel reparto di Psichiatria dell’ospedale Carlo Urbani di Jesi. Sarà trasferito in una struttura specializzata per la detenzione di persone affette da disturbi psichici e comportamentali che non è stata ancora indicata.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia