Omicidio di Ascoli: svolta nelle indagini, udienza di convalida per il muratore

Indagato anche il nipote 17enne di Lambru

di Luca Gabrielli

Nella mattinata di oggi (18 gennaio) si è svolta in video conferenza l’udienza di convalida dell’arresto di Petre Lambru, accusato di aver ucciso venerdì notte ad Ascoli Piceno Franco Lettieri, 56enne originario di Salerno che risiedeva ormai da cinque anni nella città marchigiana.

Nella giornata di ieri c’era stata una svolta nelle indagini, il nipote 17enne di Lambru si era infatti presentato in mattinata presso la caserma dei carabinieri di Ascoli Piceno, pre rendere delle dichiarazioni. Il minorenne ha fornito la sua versione rispetto ai fatti avvenuti in Rua delle Stelle dove Lettieri è stato accoltellato. Al termine il ragazzo è stato trasferito in una casa protetta.

Il reato di concorso in omicidio volontario è contestato ora allo zio (dalla Procura di Ascoli) e al nipote per il quale la magistratura ha disposto il fermo. Ora resta da chiarire il ruolo dei due accusati nella vicenda e le rispettive responsabilità. Si è parlato infatti di una lite tra Lettieri e il 17enne, con lo zio di quest’ultimo intervenuto a difendere il ragazzo.
Intanto dalla ricostruzione cadaverica in Via dei Soderini è risultato che la vittima è stata colpita da almeno tre coltellate, una delle quali ha reciso l’arteria femorale.