Nuova Galassi-a alla Fermana: “A Gubbio per verificare chi siamo”

SERIE C – Il ds romagnolo in carica da meno di due mesi: “Preseason anomala e lo sapevamo, son contento per gli incastri del mercato. Ottimo rapporto con Bruniera”

E’ arrivato assieme a mister Bruniera, presentato lo scorso 26 luglio in casetta rossa, nel mezzo del periodo più complicato della Fermana. Le onde erano altissime, pian piano il mare sta tornando piatto. Ma c’è ancora da surfare per i gialloblù e per il direttore sportivo Andrea Galassi, romagnolo come gli esonerati Protti e Andreatini. Settimana tosta per i canarini. Sabato a Gubbio, martedì pomeriggio con la Recanatese al Recchioni, sabato prossimo con il Cesena sempre a viale Trento.

“Il Gubbio vale le prime cinque posizioni ma la Fermana deve verificare la sua forza – le parole di Galassi -. Della vittoria con il Pontedera mi porto dietro l’approccio mostrato, sin dai primi minuti si era capito che volevamo i tre punti. Settimana complessa? Qualche rotazione la dovremo fare anche in base agli acciacchi. In Umbria giocherà chi è al 100%, prima della Recanatese analizzeremo la situazione, capendo chi ha speso troppo fermandolo per farlo rifiatare. E’ impensabile andare in campo con gli stessi undici, ma mi sento di dire che la nostra rosa è abbastanza profonda”.

Tra qualche giorno, inoltre, il gruppo di Bruniera si infoltirà ancora. Pronto il contratto per Daniele Paponi, punta anconetana classe ’88. “C’è l’idea mia, del mister e di Andrea Tubaldi di inserire Paponi, viene da un ko al ginocchio e può avere delle incognite muscolari ma può essere un rischio calcolato. Dovremo essere tutti bravi a gestire la sua prima parte della sua stagione. E’ un calciatore diverso dagli altri, non a caso ha fatto la Serie A. Sta già facendo partitine con noi. Tulli? Giacomo è un ottimo giocatore, eravamo stati molto chiari. Dovevamo fare una scelta a fine mercato e abbiamo optato per caratteristiche diverse”.

Insomma, è totale il feeling di Galassi con Bruniera, entrambi individuati dalla stessa persona, ossia il dg Andrea Tubaldi. “Il mister è un professionista molto competente, individua bene le caratteristiche dei calciatori e legge le gare, tecnica affinata proprio nei suoi anni da secondo – il parere del ds -. E vi assicuro che sa anche alzare la voce. In settimana lavora in modo giusto, ha vissuto calcio ad alti livelli. E’ il profilo giusto per questo gruppo. Io non gli chiedo nemmeno la formazione, c’è confronto ma dal giovedì in poi va per conto suo”.

Non facile, però, è stato l’inizio per Galassi, tra indecisioni societarie ed indice di liquidità limitante nel mercato. “Mi son concentrato solo sull’aspetto tecnico isolandomi da tutto, abbiamo fatto un mercato ad incastri ma alla fine sono contento di quel che abbiamo creato. Ora siamo concentrati su questo trittico di gara, avremo bisogno di tutti”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS