Non si ferma all’alt, scatta l’inseguimento lungo la Statale 16: 35enne “alticcio” rifiuta l’alcol test

Denunciato e multato

I Carabinieri della sezione radiomobile della Compagnia di Fermo, l’altra notte, nel corso di un posto di controllo attuato nelle vicinanza del casello della A14 di Porto Sant’Elpidio, hanno intimato “l’alt” ad una Lancia Y il cui conducente, anzichè fermarsi, ha accelerato nel tentativo di darsi alla fuga. I militari, insospettiti del comportamento del conducente e ritenendo che potesse occultare sul veicolo oggetti o sostanze illecite, si sono immediatamente posti al suo inseguimento e, dopo un paio di chilometri, lo hanno raggiunto, intercettato e fermato lungo la Statale 16.

In quel momento i militari hanno compreso il reale motivo alla base del tentativo di fuga: l’uomo, infatti, un
37enne residente in provincia, all’atto del controllo manifestava sintomi di ebbrezza alcolica, sia per la difficoltà nell’espreimersi chiaramente e distintamente, sia per i movimentiun po’ troppo impacciati.
I due militari della “gazzella”, pertanto, lo hanno invitato a sottoporsi ad accertamento con etilometro, ed alle analisi dei liquidi biologici presso una struttura sanitaria; il conducente, pero’ si è rifiutato categoricamente di farlo, probabilmente per evitare di dare una conferma ai Carabinieri sulla loro ipotesi.

Per lui, quindi, è scattata una denuncia alla Procura della Repubblica di Fermo, per il rifiuto a sottoporsi all’accertamento per l’uso di sostanze stupefacenti ed alcoliche. Il 37enne, poi, è stato anche sanzionato in via
amministrativa per non aver ottemperato all’invito di fermarsi, regolarmente impartito dai militari dell’arma.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana