Non c’è la volontà di ripartire? Le società meritano rispetto

ECCELLENZA – Situazione paradossale, urgono risposte e anche in fretta

Se non c’è la volontà di far ripartire l’Eccellenza basta dirlo. Arrivati a questo punto non servono tanti giri di parole. La data di ieri era indicata come decisiva per la ripartenza o meno del massimo torneo regionale. Però al Coni dell’Eccellenza non ne hanno proprio parlato andando a rimbalzare le responsabilità tra Figc e Lnd. A questo punto bisogna solo spiegare la reale volontà alla società, quantomeno perché meritano rispetto. Tutte le realtà marchigiane si stanno organizzando in vista di una probabile ripartenza ma dopo il nulla di fatto di ieri i dubbi sono notevoli e soprattutto, rimarchiamo, è una questione di rispetto verso società, tesserati e dirigenti che si fanno il mazzo per far ripartire la macchina. Altra postilla che forse in pochi ricordano: il mercato scade, ad oggi, il 26 febbraio. In queste condizioni quali società possono migliorare l’organico senza avere nessuna certezza sul futuro? Qualcuno deve delle risposte. E anche in fretta.

error: Contenuto protetto !!