Nocera-Maceratese, analisi e riflessioni di un esonero che poteva essere evitato

Francesco Nocera, tecnico ex Maceratese

PROMOZIONE – Dall’allenamento pomeridiano al chiedersi chi ha fatto la squadra con diverse lacune: il mister paga per tutti eppure la pace, forse, poteva tornare con poco

Nessuno si sarebbe aspettato un epilogo del genere adesso, dopo un successo che poteva tranquillizzare le acque. Mister Francesco Nocera è stato esonerato nella giornata odierna dalla Maceratese: negli ultimi giorni sono sorti degli screzi tra il tecnico, qualche dirigente e qualche giocatore che hanno portato a una frattura insanabile. Probabilmente la situazione è scappata di mano nelle ultime ore ma la sensazione è che la pace poteva essere trovata con poco. E’ chiaro che quando ci sono delle forti personalità e dei personaggi in gruppo che hanno calcato palcoscenici di grande spessore non sempre tutto è gestibile ma ci sentiamo di affermare che perdere un professionista come Nocera non è una buona notizia per la Maceratese.

Gabriele Tittarelli

E’ vero che sin da questa estate c’era il dubbio o meno sul riconfermare il tecnico a causa di richieste simili a quelle dei professionisti. Uno dei tasti dolenti è stato sempre quello dell’allenamento pomeridiano, che per il tecnico campano era fulcro di un progetto di spessore ma che con il tempo si è dimostrato anche un boomerang per la ricerca dei calciatori.

E’ chiaro che allenarsi al pomeriggio ha dei costi nettamente maggiori per la società ma avallare questa scelta significava sapere in partenza di dover costruire una rosa più onerosa. Sembra oggettivo che l’attuale Maceratese non ha un portiere forte su cui contare, non ha esterni offensivi di ruolo e in mediana c’è più di un dubbio su chi possa fare il regista in mezzo al campo. In attacco il dualismo Tittarelli-Mastronunzio non ha mai convinto: due giocatori con caratteristiche molto simili che difficilmente riescono a giocare insieme. Pur non avendo mai sfigurato ne l’uno e ne l’altro è chiaro che questa situazione non ha agevolato, essendo ovviamente due calciatori importanti e di personalità.

Salvatore Mastronunzio

La domanda sorge spontanea: ma chi l’ha costruita questa squadra? A questo punto è inutile pendere da una parte o dall’altra ma l’attuale rosa della Maceratese molto di più forse non avrebbe potuto fare. Da oggi però si volta pagina e da domani (giovedì) ci sarà un altro allenatore. Chi sarà? Presto per dirlo.

Conti, ds Maceratese
Enzo Vissani, dg Maceratese

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana