“Nepi? Non volle tornare: ora due gare fondamentali, la prima con l’Alessandria e la seconda con…l’Alessandria”

SERIE D – Il ds della Fermana e il retroscena sull’ex prossimo avversario: “In estate sondaggio per riprenderlo. Piemontesi e Vis Pesaro? Una alla volta…”

Non vince da otto gare, alla vigilia di due scontri diretti per la salvezza molto importanti. La Fermana attende l’Alessandria – domenica ore 14.30 al Recchioni -, poi viaggetto in A14 in quel del Benelli per sfidare la Vis Pesaro. “Sì, in effetti abbiamo ora due gare fondamentali – è stato d’accordo il ds della Fermana Massimo Andreatini -. La prima con l’Alessandria, la seconda con…l’Alessandria”.

Insomma, nelle teste dei gialloblu c’è un unico pensiero: far punti con i grigi piemontesi dell’attaccante ascolano Alessio Nepi, ex della sfida. Con la Fermana, infatti, il classe 2000 è esploso nella Berretti di Remo Orsini nel 2017-18, ha esordito in Serie C con Destro, si è poi fatto le ossa in D con Montegiorgio e Jesina, per poi tornare alla casa madre in Lega Pro. Partito titolare nel 2020-21 con Antonioli e dato in prestito al Fano dopo due partite, partito titolare con Domizzi nel 2021-22 e ceduto a titolo definitivo alla Pro Vercelli nel gennaio scorso nell’era Riolfo nonostante sino a quel punto fosse uno dei bomber della squadra.

Ora, in prestito all’Alessandria, Nepi ha già realizzato due gol, entrambi da opportunista, l’ultimo dei quali lo scorso weekend a Lucca, sigillo fondamentale per far piangere i toscani e il suo ex compagno… Manuel Alagna. E pensare che in estate Nepi poteva tornare per l’ennesima volta a Fermo. “Avevo fatto un sondaggio per riportarlo, ma il ragazzo ha detto no – ha rivelato Andreatini -. Qui lo abbiamo visto crescere, è migliorato di anno in anno e voleva a tutti i costi diventare calciatore. Ci sta riuscendo, anche se stavolta per lui al Recchioni dovrà essere durissima”.

Sì, perchè la Fermana dovrà mostrare gli artigli. “Gli ingredienti che esigo? Grinta, umiltà, spensieratezza, coraggio, coscienza dei propri mezzi – ha continuato il ds -. Non posso credere che la squadra sia quella vista a Carrara sabato scorso. Mi dite che abbiamo fatto un solo errore sul rigore? Dobbiamo eliminare anche quello, prima lo capiremo e prima raccoglieremo i frutti”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS