Enorme successo per lo “Sbaracco”

I commercianti di Ancona hanno organizzato l’evento anche in piena pandemia

“Siamo contenti per come sono andate le cose, nonostante le difficoltà del momento la gente è venuta lo stesso in corso Amendola a fare acquisti”. A parlare è Claudia Papini, una delle organizzatrici di questa seconda edizione di “Sbaracco”, una sorta di super saldo invernale che ha dato la possibilità a tanta gente di fare affari, in modo particolare nel settore dell’abbigliamento e non solo, dove la merce è stata messa in vendita a prezzo di realizzo.

Un fine settimana che in qualche maniera ha dato un minimo di respiro a quei commercianti di corso Amendola ad Ancona che hanno aderito a questa iniziativa: “Rispetto alla prima edizione che avevamo organizzato al termine dell’estate, c’è stato un certo calo ma bisogna anche inquadrare il momento in cui si sono svolti i due eventi. A fine estate i negozi sono rimasti aperti fino a tardi, la pandemia non aveva i numeri di oggi e molta gente era arrivata anche da altre parti della città. Un fine settimana quello estivo dove hanno lavorato e bene anche quelle attività legate alla ristorazione. Questa seconda edizione ha dovuto fare i conti con la pandemia, basti pensare che i bar devono fare l’asporto e poi dopo le 18 non si vede in giro più nessuno. La gente ha paura di contrarre il virus. Nonostante ciò, grazie anche all’impegno dei commercianti, qualcosa si è venduto e non possiamo che essere soddisfatti per come sono andate le cose”.

Una cosa è certa: archiviata questa seconda edizione di Sbaracco, gli operatori commerciali di corso Amendola guardano al futuro: “Dobbiamo essere ottimisti, a fine estate ci sarà la terza edizione di Sbaracco, abbiamo in mente di organizzare una serie di eventi, le idee non mancano. Speriamo solo che la curva dei contagi inizi a scendere una volta per tutte e che si ritorni alla normalità anche in corso Amendola, cuore commerciale del capoluogo di regione”.

LE ULTIME DA ANCONA

error: Contenuto protetto !!