Natale amaro per l’Ancona

SERIE C – I biancorossi ko in casa della Lucchese

Adesso è crisi. Il misero punto racimolato nelle ultime quattro partite e le nove partite esterne senza successi certificano i problemi dell’Ancona, battuta anche dalla Lucchese e sempre più vicina alle sabbie mobili. Dopo i problemi registrati con Donadel, è già svanito l’effetto Colavitto a riprova di un organico ricco di limiti, da puntellare a ogni costo a gennaio per non rischiare di finire nei playout. Privo degli squalificati Cella, Martina e Gatto e dell’indisponibile Peli, il tecnico biancorosso rivoluziona l’assetto rilanciando Marenco e Dutu, finiti in naftalina dopo l’esonero di Donadel, nella difesa a tre imperniata su Pellizzari. Le novità in mediana sono rappresentate da Nador, preferito a Paolucci che parte dalla panchina, e da Agyemang che spinge a sinistra. Rispetto al pareggio di domenica contro il Pescara rimane intatto solo il tridente, sorretto dal bomber Spagnoli con Energe e Cioffi a supporto. Risolti i problemi alla schiena, torna titolare Perucchini che rileva Vitali tra i pali. Dall’altra parte Gorgone, orfano dell’ex Vis Pesaro Fedato, Sabbione e Di Maria, punta su una linea difensiva granitica con Tiritiello, Gucher e Benassai, affidando a Rizzo Pinna il compito di rifornire Russo e Yeboah in attacco. La Lucchese punge subito con Russo che timbra il palo da posizione ravvicinata. Lo stesso attaccante ci riprova con una conclusione dal limite respinta da Perucchini e con un diagonale che lambisce il palo. L’Ancona soffre e rischia anche sull’affondo di Visconti, sul quale è risolutivo l’intervento di Dutu per anticipare Yeboah. L’inserimento di Basso a inizio ripresa per il confusionario Nador non scuote i dorici che affondano quando Yeboah fredda l’incerto Perucchini, goffo nell’andar giù sulla conclusione dal limite di Benassai. Dopo il raddoppio sfiorato da Rizzo Pinna dalla distanza, Colavitto modifica la formazione con Paolucci e Mattioli tornando alla difesa a quattro. La reazione dei biancorossi si traduce nella serpentina di Cioffi neutralizzata da Chiorra. L’espulsione dell’esperto Gucher regala speranza alla formazione di Colavitto, spenta dal prodigio di Chiorra sulla rasoiata di Spagnoli. L’Ancona chiude nel peggiore dei modi un girone d’andata molto deludente.

LUCCHESE – ANCONA 1 – 0

LUCCHESE (3-4-1-2): Chiorra; Tiritiello (16’pt Merletti), Gucher, Benassai; Quirini, Tumbarello, Cangianiello, Visconti (30’st Alagna); Rizzo Pinna (44’st Sueva); Russo (30’st Djibril), Yeboah. (A disp. Coletta, Berti, Perotta, Toma, Romero, Quochi, Leone, Guadagni, Magnaghi). All. Gorgone.
ANCONA (3-4-3): Perucchini; Marenco (15’st Paolucci), Pellizzari, Dutu; Clemente, Nador (1’st Basso), Saco (36’st Gavioli), Agyemang; Energe (15’st Mattioli), Spagnoli, Cioffi (36’st Kristoffersen). (A disp. Vitali, Testagrossa, Radicchio, Barnabà, Gavioli). All. Colavitto.
ARBITRO: Iannello di Messina.
RETE: 8’st Yeboah.
NOTE: espulso al 35’st Gucher; ammoniti Saco, Benassai, Basso, Visconti; recupero 1’pt e 6’st.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS