Museo Internazionale delle Etichette del Vino

di Marica Massaccesi

Non solo degustazione di vini, nella terra dei Castelli di Jesi rinomato è anche il collezionismo di etichette di vini. A Cupramontana, infatti, lungo via Leopardi si trova il Museo internazionale delle Etichette del Vino, probabilmente unico nel suo genere in tutto il panorama italiano.

Si tratta di un’esposizione che raccoglie innumerevoli esemplari di etichette di vini dal Seicento ai giorni nostri includendo tutta l’Europa rivolgendo uno sguardo di carattere storico-artistico nel contemporaneo mondo del vino. La raccolta si articola in tre sezioni: quella contemporanea, quella artistica e quella storica. Nella sezione contemporanea sono esposte oltre 60mila etichette provenienti da più paesi produttori di vino e sistemate per provenienza geografica e tematica. Nella sezione artistica sono raccolte oltre 400 opere appositamente eseguite da artisti famosi, mentre nella sezione storica sono presenti etichette risalenti al periodo storico 800-900. Questo particolare luogo fu ideato nel 1987 dal professore Armando Ginesi con l’intento di unire l’arte al Verdicchio, di cui la città di Cupramontana è padrona, ripercorrendo la storia del mercato del vino, le fasi di lavorazione fino all’imbottigliamento e all’estetica della bottiglia di cui l’etichetta è la vera protagonista.

Ogni anno il museo viene aggiornato con l’esposizione delle etichette vincitrici del premio nazionale “Etichetta d’oro” e da un concorso grafico per idee e proposte sul mondo dell’etichette denominato “Viniimmagine“. All’interno del museo è presente anche un laboratorio didattico intitolato “Pubblicitari nati“. Il Museo internazionale delle Etichette del vino fa parte del complesso museale Musei In Grotta.

NOTIZIE DALLA PROVINCIA

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi