Murazzo-Bonvin male, Pettinari decisivo

Le pagelle di Appignanese-Sangiorgese

Pagelle Appignanese

PETTINARI 7: Anche oggi dimostra di essere uno dei portieri più affidabili e forti della categoria. Pronti e via e dopo neanche un minuto dal fischio di inizio deve superarsi sulla conclusione di Iuvalè. Poi si ripete anche nel secondo tempo sul colpo di testa da distanza ravvicinata di Ricci, negando così il raddoppio agli ospiti e sarà una partita decisiva ai fini del risultato finale, perché sul ribaltamento di fronte la sua squadra guadagna il rigore del goal partita

GESUELLI 5: Commette una grande ingenuità nella ripresa, lasciando i suoi in inferiorità numerica per l’ultima mezz’ora di gara, rifilando una gomitata a Trombetta sotto gli occhi del direttore di gara che gli mostra il cartellino rosso. Espulsione a parte, non disputa la sua miglior partita, soffrendo dalla sua parte la vivacità di Algarbe che lo mette spesso a dura prova

STURA 6: Presidia con attenzione e diligenza la sua fascia di appartenenza, non rinunciando ad affacciarsi in avanti come nel primo tempo, dove ha una grande opportunità per raddoppiare, ma il suo diagonale difetta nella mira (33 st GIAMPAOLI sv)

PICCHIO 6,5: Prova di solidità per il centrale difensivo biancoazzurro che risulta attento e concentrato per tutto l’arco della sua gara,concedendo il minimo sindacale ai suoi avversari di turno (19 st GALASSI 6: Svolge il suo compito in fase difensiva)

FAGIANI 6: Mezzo voto in meno perché è lui a causare il rigore del momentaneo pareggio della Sangiorgese-Monterubbianese atterrando Ricci in area di rigore. Per il resto disputa una buona prova,dove risulta sempre attento e puntuale negli interventi e nelle chiusure

ARGALIA 6,5: Anche per lui prova simile ai suoi compagni di reparto. È sempre attento e ordinato negli interventi,anche dal punto di vista del gioco aereo

TARQUINI 7: Sigla la rete che vale tre punti di platino per la classifica, dimostrando grande freddezza e lucidità dagli undici metri. Per il resto disputa una prova di grande contenimento e solidità in mezzo al campo, soprattutto in fase di non possesso, dove è bravo a fare da schermo davanti alla difesa

GAGLIARDINI.NICOLA 6: Mette in campo il solito agonismo e dinamismo che lo contraddistingue. A inizio secondo tempo prova a timbrare il cartellino con una conclusione delle sue, ma questa volta non inquadra il bersaglio grosso

MEDEI 6,5: Si guadagna il rigore, poi trasformato da Tarquini con grande astuzia e mestiere, anche se ha grandi meriti per essere arrivato prima su una palla vagante. Per il resto si vede meno del solito,anche se quando ha la palla tra i piedi dimostra sempre di essere pericoloso, come nel primo tempo,quando la sua bella conclusione dalla distanza si perde di poco a lato. Lascia il campo stremato tra gli applausi scroscianti dei suoi tifosi (39 st GUERRERO sv)

CARBONI 5,5: Si vede davvero il classe 2003 che vede pochi palloni giocabili merito anche di Trombetta e soci che non gli concedono molto. Viene sostituito a inizio ripresa ( 8 st MARCOLINI 6: Fa il suo in mezzo al campo soprattutto in fase di contenimento)

RAPONI 7: Lanciato dal primo minuto da Cantatore che ultimamente gli aveva preferito Pistelli, oggi squalificato, lui sfrutta al meglio l’occasione ripagando la fiducia del proprio tecnico. Sblocca l’incontro siglando la rete dell’uno a zero, sbloccandosi finalmente in campionato per tutta la sua gioia. Per il resto disputa una prova di grande sacrificio e applicazione, prendendo diversi falli, risultando molto funzionale per la sua squadra che si appoggia spesso a lui che poi gestisce la palla sempre con grande qualità e lucidità

All. CANTATORE 6,5: La sua Appignanese dopo oltre due mesi ritrova la vittoria e sono tre punti pesantissimi per morale e classifica che permette ai mobilieri di lasciare l’ultimo posto in classifica salendo al terz’ultimo posto che significa playout. La sua squadra sforna una prova di grande carattere e compattezza, mostrando, soprattutto nella ripresa in inferiorità numerica, grande coesione e determinazione nel lottare su ogni pallone e nel portare a casa il bottino pieno e gli sforzi vengono ripagati perché i suoi, dopo il pareggio subito e una super parata di Pettinari a evitare lo svantaggio,sul ribaltamento di fronte trovano il rigore che vale la vittoria. Ora un po’ di riposo e poi da Lunedì testa al prossimo impegno dal coefficiente di difficoltà elevato che vedrà l’Appignanese ospitare, sempre tra le mura amiche,l’Atletico Centobuchi.


Pagelle Sangiorgese-Monterubbianese

DOELLO 6: Non deve compiere grandi interventi durante l’arco dei novanta se non per la semplice e ordinaria amministrazione. Non ha colpe sulla reti subite

NEZIRI 6: Controlla con attenzione la sua fascia di appartenenza,non correndo grandi pericoli, anche perché i locali prediligono attaccare sul versante opposto. Poco presente invece in fase di spinta (5 st ADAMI 6: Buon impatto sul match per l’attaccante neroazzurro che porta maggiore peso e fisicità nel reparto offensivo. Mette lo zampino in occasione del rigore dove è lui a fare la sponda di testa per Ricci che poi subisce fallo)

GENTILE 6: Mezzo voto in meno perché causa il rigore che poi decide la partita contrastando irregolarmente Medei, anche se qualche dubbio rimane visto anche l’entità del contatto. Per il resto,dopo un primo tempo in chiaroscuro, nella ripresa cresce alla distanza,soprattutto in fase offensiva dove mette dentro una miriade di cross e da uno di questi nasce poi il rigore del momentaneo pareggio

TROMBETTA 7: Solita prova di grande solidità per l’esperto centrale difensivo e capitano nerazzurro che guida tutto il reparto con grande carisma e leadership. È sempre attento, concedendo il minimo sindacale a Raponi e soci. Nel secondo tempo provoca l’espulsione di Gesuelli e poi mette la sua firma sulla partita siglando l’illusorio pareggio dagli undici metri che lo fanno salire a quota otto in campionato, risultando il miglior marcatore della sua squadra

RASCHIONI 6,5: Per lui prova simile al suo compagno di reparto. È sempre attento e puntuale negli interventi e nelle chiusure

IUVALÈ 6,5: Ottima prova in mezzo al campo per il centrocampista neroazzurro che mette in campo grande agonismo e dinamismo in entrambi le fasi, anche se qualche volta rischia nella gestione del pallone, come quando apre un’ autostrada a Stura che poi però perdona Doello. Nel primo tempo vede un super Pettinari dopo appena un minuto respingergli la sua forte conclusione,negandogli così la gioia della rete.l (14 st DI.GENNARO 6: Porta forze fresche in mezzo al campo per la parte finale di gara. Prova a rendersi minaccioso con qualche inserimento in area di rigore,come quando colpisce di testa su un cross di Gentile, ma la sua sfera si perde a lato di poco)

MURAZZO 5: Non si vede mai in mezzo al campo, venendo spesso preso in infilata dai suoi avversari che lo fanno correre a vuoto. Poco presente anche in fase di costruzione dove tocca pochi palloni

VENTURIM 6: È il faro del centrocampo della Sangiorgese-Monterubbianese a cui prova a dare ordine e geometrie in fase di impostazione, anche se nel primo tempo non riesce del tutto nel suo intento. Meglio nella ripresa, dove cresce alla distanza gestendo la palla più velocemente ma anche con grande precisione e lucidità

ALGARBE 6,5: È uno dei più propositivi e intraprendenti nelle file della Sangiorgese-monterubbianese. Nel primo tempo è una vera e propria spina nel fianco sull’out di sinistra con la sua velocità e imprevedibilità nell’uno contro uno e non a caso dal suo piede nascono le migliori occasioni della sua squadra. Nella ripresa si vede di meno, anche se quando ha palla tra i piedi si rende sempre minacciosi rendendosi pericoloso con qualche spunto personale di pregevole fattura. Uno degli ultimi a gettare la spugna

BONVIN 5: Viene ingabbiato nella morsa della retroguardia locale che non gli concede davvero nulla. I pochi palloni che ha a disposizione lì gestisce male e con troppa frenesia. Viene sostituito all’intervallo(1 st RICCI 6,5: Grande impatto sul match per l’attaccante classe 2001 che porta nuova linfa. È un pericolo costante per la difesa locale e non a caso si guadagna il rigore del momentaneo pareggio e poco dopo sfiora anche la rete del sorpasso ma il suo colpo di testa non aveva fatto i conti con uno straordinario Pettinari)

FRASCERRA 5,5: Nel primo tempo fa fatica a entrare in partita sotto l’attenta guardia di Argalia e soci, che non gli danno modo di rendersi pericoloso se non con un colpo di testa di poco alto sopra la traversa e un’accelerazione contenuta da Fagiani in area di rigore su cui i neroazzurri protestano. Più nel vivo del gioco nel secondo tempo,dove riesce a dialogare di più con i suoi compagni,avendo sui piedi anche diverse occasioni per poter fare male, dimostrando però poca lucidità sotto porta e a volte anche un’eccesso di egoismo

All. MENGONI 5,5: La Sangiorgese-Monterubbianese incassa la seconda sconfitta consecutiva che lascia grande amarezza per quanto visto in campo e che fa scivolare i rivieraschi a ridosso della zona a rischio. La sua squadra disputa tutto sommato una buona prova nell’arco dei novanta minuti,dove ai punti avrebbe meritato qualcosa in più per le occasioni create, anche se i neroazzurri devono fare mea culpa per la poca incisivitá e brillantezza mostrata sotto porta e per la gestione della partita nel secondo tempo, vista la superiorità numerica dal ventiquattresimo minuto. Urge una svolta soprattutto nel reparto offensivo, dove i suoi attaccanti hanno mostrato poca cattiveria e sterilità nel fare goal e non a caso è Trombetta il capocannoniere dei neroazzurri. Ora testa subito al prossimo impegno che vedrà la Sangiorgese-Monterubbianese impegnata tra le mura amiche contro il Monticelli per ritrovare un successo che manca ormai da tre partite.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS