Muore a 21 anni travolto da un’autocisterna: Polizia locale visiona filmati delle telecamere

Impronte digitali hanno confermato l’identità

La polizia locale ha acquisito i filmati di due telecamere che potrebbero essere utili a chiarire la dinamica dell’investimento mortale avvenuto lunedì mattina in via Marconi, ad Ancona, nel quartiere degli Archi.

Nell’incidente ha perso la vita un somalo di 21 anni, Mustafe Hamed Abdi, richiedente protezione internazionali, travolto da una autocisterna guidata da un 54enne di Montemarciano che era diretto al porto.

I video sono stati scaricati dal sistema di videosorveglianza della sede regionale della Croce Rossa, che si trova vicino al luogo dell’investimento, e da quello del parcheggio coperto degli Archi. Nelle prossime ore saranno visionati per vedere se riprendono la vittima mentre cammina e si avvicina, da una via laterale a via Marconi, al punto di collisione con l’autocisterna.
Le lesioni riscontrate sul corpo del giovane sono alla gamba sinistra, al braccio sinistro e al torace. La salma è ancora sotto sequestro giudiziario ed è stata ufficialmente riconosciuta dalle impronte analizzate dalla polizia Scientifica. Una procedura essenziale per avviare le pratiche con l’Ambasciata che dovrà riportare il corpo in patria. La Procura attende che siano analizzati i prelievi ematici eseguiti ieri dalla medicina legale e disposti dal pm Rosario Lioniello.

Intanto i vigili urbani hanno sentito a sommarie informazioni il ragazzino minorenne, probabile testimone dell’incidente, ma la sua testimonianza non è stata ritenuta utile. La polizia locale sta cercando testimoni oculari.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana