Mozione sanità in salita, Simone De Vecchis: “Riparliamone dopo il Consiglio aperto”

Simone De Vecchis

La maggioranza auspica che venga ritirata. Fa eccezione Pasquali

Strada in salita per la mozione sulla sanità che la consigliera Aurora Bottiglieri presenterà nel consesso civico di sabato 7 maggio. La maggioranza è tendenzialmente orientata a non votare il documento sostenuto da Pd, Articolo Uno e Nuovi Orizzonti Sambenedettesi. Fa eccezione Umberto Pasquali di San Benedetto Viva.

Nella riunione di maggioranza di martedì sera, 3 maggio, è emersa la tendenza di attendere il Consiglio aperto sulla sanità del 12 maggio, a cui parteciperanno il governatore Acquaroli e l’assessore Saltamartini. In base a quello che emergerà dall’assise aperta si deciderà come procedere.

Spiega il capogruppo di Rivoluzione Civica Simone De Vecchis: “Sarebbe meglio attendere il Consiglio aperto, visto che si svolgerà appena cinque giorni dopo il consesso comunale. Bisogna tenere conto che l’assise ha già approvato una mozione all’epoca della maggioranza di centrodestra, poi è stata ritirata la mozione del consigliere di Libera Gino Micozzi. Ora abbiamo il documento della Bottiglieri che è anche supportato da una raccolta firme: sicuramente da apprezzare l’impegno dell’esponente di centrosinistra, però sarebbe opportuno arrivare ad una sintesi delle tre mozioni”.

E giovedì 5 maggio la commissione sanità discuterà la mozione della Bottiglieri. Ma in maggioranza c’è scetticismo sulla possibilità di raggiungere un accordo.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana