Mosca sulla nuova Maceratese: “Credo che il Sindaco Carancini non mi voglia”

CALCIO – Il promotore dell’asse Canil-Matelica: “Mi spiace che Crocioni dica che aspettava una mia telefonata, gli ho detto nel mio ufficio che la strada era una srl e lui ha risposto che al momento non era possibile, ma più avanti se ne poteva parlare. Comunque gli darò un aiuto, l’obiettivo di tutti dovrebbe essere quello di portare Macerata a “Capitale” del calcio della provincia”

Dopo la conferenza stampa di presentazione della nuova Maceratese arrivano le parole di Maurizio Mosca. Con un lungo post su facebook interviene in merito: “Ho letto, con piacere, che è partito il “progetto Carancini” per tentare di rianimare la nostra Maceratese. Alcune veloci precisazioni solo sulla base degli articoli letti: mi spiace che Crocioni dica che aspettava una mia telefonata, gli ho detto nel mio ufficio che la strada era una srl e lui ha risposto che al momento non era possibile, ma più avanti se ne poteva parlare. Risentirò la chiacchierata, ultimamente registro tutto perché sono vecchio e mi potrei rincoglionire senza accorgemene, forse ho capito male. Senza una società di capitali è difficile gestire un passaggio del genere. Mi ha chiesto comunque un aiuto anche senza srl che sicuramente concederò. A proposito di telefonate avrei gradito, dopo le dichiarazioni del Presidente Canil sulla possibilità di sinergie tra due società/squadre con l’unico intento di riportare a Macerata il calcio che conta, una telefonata a Canil o a me da parte del sindaco, ma non c’è stata. Come non c’è stato nessun invito a partecipare alla conferenza stampa, invito che magari poteva avere, come obiettivo, chiarire alcune posizioni. Il primo messaggio che ho mandato al sindaco quando ho capito che c’era la possibilità di coinvolgere il Presidente Canil (che, ripeto, ritengo l’unico personaggio, per capacità e passione, in grado di riportare il calcio provinciale a grandissimo livello) su un progetto Macerata è del 2 giugno e scrivevo: ti devo parlare di Maceratese, che con la politica non c’entra nulla, quando puoi ci sentiamo. Credo invece che per il sindaco della mia città la politica c’entri: dopo tutti gli sforzi dell’anno scorso e l’immediato avviso su nuovi scenari, non sono stato informato da lui su questo progetto, che poi chiamarlo progetto mi pare esagerato. La verità è che probabilmente non mi vuole, ed anche su questo devo risentire alcuni passaggi e cercare di capire. Sinceramente del sindaco mi interessa poco o niente, ma credo comunque che sia importante fare squadra ed andare avanti, l’obiettivo è portare Macerata a “Capitale” del calcio almeno della provincia. E’ importante non perdere questa volta e bisogna fare di tutto e di più per il risultato finale, ognuno per quello che può. Io ci voglio credere e farò tutto quanto sarà nelle mie possibilità affinché questo risultato possa essere ottenuto”.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS