Morti sospette nella Rsa: l’infermiere marchigiano Wick dall’ergastolo all’assoluzione

Scarcerazione immediata

La Corte di Appello di Ancona ha assolto con formula piena perché il fatto non sussiste l’infermiere di Grottammare Leopoldo Wick in merito alle morti sospette alla Rsa di Offida. I giudici ne hanno disposto anche l’immediata scarcerazione.

In primo grado era stato riconosciuto colpevole per sette omicidi e un tentato omicidio, assolto per un decesso e per tre casi di pazienti poi sopravvissuti . Tutte morti avvenute tra il 2017 e il 2019 nella Rsa di Offida dove lavorava l’ex infermiere 59enne. Fu condannato all’ergastolo in primo grado, sentenza oggi ribaltata in appello. Wick è tornato in libertà.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS