Mordini, rimpianto Fermana? Assist all’esordio e il Teramo mette la freccia

SERIE C – Il classe ’96, il più presente nel 2021, ceduto a una diretta concorrente. Spesa-resa evidentemente non convinceva, ma alla prima è subito beffa

“Mordini, voto 7.5: letteralmente scatenato, soprattutto nella prima frazione. Un treno su quella fascia, inarrestabile e imprendibile. L’assist è solo il preludio ad una prestazione da migliore in campo”. Questa la pagella dell’ex Fermana redatta  dai colleghi abruzzesi alla fine di Vis Pesaro-Teramo.

Quando si prendono certe decisioni, non si torna indietro. Ed evidentemente sulla bilancia delle considerazioni i “pro” pesavano di più rispetto ai “contro”. Ma intanto è subito beffa per la Fermana. I canarini avevano deciso di cedere a sorpresa un over come Davide Mordini al Teramo, direttissima concorrente per la salvezza, boomerang che è immediatamente tornato dritto in faccia alla prima occasione buona.

Mentre la Fermana perdeva a Modena, infatti, sabato pomeriggio l’esterno classe ’96 di Porto Recanati ci ha messo un minuto e mezzo per realizzare il primo assist decisivo con la nuova maglia, servendo a De Grazia – altro marchigiano, altro nuovo acquisto dei Diavoli – il pallone dell’1-0 in quel di Pesaro. Grazie alla vittoria del Benelli, il Teramo per uno scherzo del destino, ha superato in classifica proprio la Fermana.

Insomma, è chiaro che la bontà della scelta dovrà essere misurata sul lungo periodo, ma se queste sono le premesse… Tornando lucidi, che Mordini abbia un potenziale magnifico è sotto gli occhi di tutti, che probabilmente non lo abbia mai espresso totalmente in carriera è altrettanto vero, ma da qui a regalarlo al Teramo… Spesa che non reggeva la resa del giocatore? La società, di sicuro, avrà fatto i suoi conti.

I numeri, comunque, dicono che Mordini era stato il giocatore canarino con più presenze nella prima parte di stagione (19 su 20 partite) ed era entrato nella Top5 dei minuti giocati. Privarsene era mossa strettamente necessaria per abbassare il monte ingaggi? Ricordiamo che la stessa società paga ad esempio il centrocampista Grossi da 6 mesi per andare in tribuna… Al di là di tutto, era necessario darlo proprio al Teramo? E perchè non provare a cederlo in un altro girone?

Sta di fatto che, ad oggi, nel 3-4-2-1 di Riolfo la Fermana è uscita indebolita sugli esterni. Perchè Rossoni non è un vero e proprio cavallone da tutta fascia, perchè Sperotto il meglio ultimamente l’ha dato da braccino della difesa a tre. E perchè il peperino Rodio, uno dei migliori, non ha al momento un alter ego under che possa farlo rifiatare. E al Braglia, quando Rodio e Rossoni erano indisponibili, tutto questo si è visto chiaramente. Alla chiusura del mercato manca una settimana. E la Fermana deve ancora capire cosa fare. 

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS