Monticelli, patron Castelli tra problemi Covid e voglia di iniziare

Francesco Castelli, presidente Monticelli

PROMOZIONE – L’intervista al presidente dei piceni

Il Monticelli è pronto a ripartire nel campionato di Promozione. La squadra di mister Settembri lavora da settimane per farsi trovare pronta allo start del campionato. Di fianco, sicuramente, cresce sempre la bufera intorno a questa ripartenza. Domani (venerdì 16 ottobre, ore 17:30) è in programma la riunione tra la FIGC Marche ed appunto le società di Promozione per discutere su problematiche e soluzioni dei diversi club interessati. Ai microfoni di youtvrs ha parlato il presidente del Monticelli, Francesco Castelli.

Presidente, cosa pensa la società Monticelli in merito alla situazione?
La riunione servirà per capire la volontà delle società di andare avanti. Da parte nostra c’è assoluta volontà di continuare perché fino ad oggi abbiamo fatto sacrifici e quindi mi sembra opportuno cominciare, poi si vedrà.

Quali sono le problematiche da protocollo che dovrebbero essere discusse ed eventualmente modificate secondo lei?
Il protocollo è buono. L’unica cosa, credo poi che sia già stata cambiata, è il fatto che se dovesse risultare qualcuno di positivo, mettiamo un giocatore, gli altri dovranno fare i necessari tamponi e se negativi si potrà continuare. Altrimenti sarebbe impossibile portare avanti un campionato.

Sarebbe uno “stile professionismo” con possibili tamponi ogni tot giorni..
Se fosse così si potrebbe fare. Ma la decisione finale spetterà sempre alla federazione. La volontà dello Stato è quella di partire.

Questione impianti aperti. Cosa aspetta il Monticelli?
Noi giocheremo a Monterocco, si giocherà con il 15% degli spettatori a disposizione. La capienza del nostro stadio sarà ridotta all’osso.

Parliamo di campo. Contento del lavoro di mister Settembri?
Molto, si lavora davvero bene. Quello che abbiamo costruito è un bel gruppo di ragazzi che si sta impegnando tantissimo in allenamento. Sono tutti davvero dei bravi ragazzi. Sono contento, la parola passa al campo che come sempre sarà giudice supremo.

L’obiettivo stagionale?
Quest’anno vorrei una salvezza tranquilla, diciamo metà classifica.

 

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi