Monti-Titone, che spettacolo: bravissimo Biondi

Le pagelle di Trodica-Palmense

Trodica

Monti 7 nel corso della gara non corre troppi pericoli, in avvio è subito concentrato su Biondi, che però poi lo batte con sinistro preciso, poi all’89’ sfodera, come già capitato in altre occasioni, un intervento da lustrarsi gli occhi che conserva il risultato

Emiliozzi 6 si sacrifica a fare l’esterno basso a destra dove con Biondi c’è da rimanere sempre in allerta, nella ripresa con l’uomo in più ha maggior libertà per spingere

Stortini 6,5 sulla corsia di sinistra sembra trovarsi più a suo agio quando può avanzare, in fase difensiva Wali qualche problema glielo crea, ma riesce a tenrlo lontano dall’area

Monserrat 6 senza Berrettoni al fianco resta puntuale nelle chiusure e si intende bene con il giovane Ciccalè che si lascia guidare prestando attenzione, la generosità però lo porta anche a provare a spingersi tanto in avanti per sfruttare la superiorità numerica, ma su una ripartenza arriva in ritardo e Bardi è inflessibile nel mostrargli il cartellino rosso, tornando a una parità di forze in campo che rende il finale di gara imprevedibile

Ciccalè 6,5 adattato a centrale dfensivo per sopperire alla squalifica di Berrettoni, si comporta bene restando sempre concentrato, anche se Ferranti in qualche occasione prova a scappargli

Romagnoli 6 le solite geometrie precise in mezzo al campo, ma specie nella ripresa quando la Palmense con l’uomo in meno si rintana con ordine a protezione del pareggio, il palleggio biancazzurrro trova pochi sbocchi (79’ Moriconi sv)

Panichelli 6,5 si impegna sempre con dedizione nel lavoro di ripiegamento e ripartenza a destra aiuta Emiliozzi con lo sgusciante Biondi e si fa anche vedere in avanti provandoci più di una volta di testa e colpendo la parte alta della traversa a fine primo tempo

Ciccarelli 6 attento a non perdere la giuste distanze in mediana, svolge con attenzione il compito di contrastare e farsi trovare pronto in appoggio alla manovra (79’ Usignoli sv)

Ferreyra 6 quando riesce ad accendersi e ha spazio per partire dà l’impressione di essere inarrestabile, come in occasione della traversa colta in apertura di ripresa, capita in più occasioni che non trovi la giusta misura nei passaggi verso i compagni (94’ Diamanti sv)

Titone 7,5 dopo cinque minuti si fa trovare al posto giusto e in totale libertà per mettere a segno con freddezza l’1-0, poi costringe la difesa ospite a un lavoro estenuante nell’inseguirlo per limitare i pericoli che riesce comunque a creare a ripetizione e appena la retrouguardia avversaria abbassa la guardia pensando che sia fatta, con un altra sua iniziativa da il via all’azione del 2-1

Garbujo 6 all’inizio scappa più volte alla difesa palmense in una delle quali offre l’assist per il go a Tittone, con il passare dei minuti gli avversari riescono a prendergli le misure e, complice anche un suo calo, incide meno fino alla sostituzione (61’ De Martino 7 porta subito freschezza in avanti, ma la Palmense è ben raccolta e non lascia molti varchi fino a quando al 93’ trova dol destro la stoccata vincente infilando il pallone all’incrocio dei pali)

All. – Lelli 7 altra vittoria ottenuta cercando con ostinazione e convinzione i tre punti, con la squadra capace di non abbattersi né accontentarsi dopo che, soprattutto nella ripresa la pressione costante non aveva dato frutti sperati, con il suo Trodica che sale così a + 4 sulle inseguitrici

Palmense:

Osso 7 sicuro e concentrato si fa trovare sempre pronto anche se non deve compiere prodezze, subisce due reti su cui oggettivamente non può fare davvero nulla

Tarulli 6 fatica all’inizio quando Garbujo scappa più volte, si riprende con il passare dei minuti e lo contiene meglio, riuscendo a lasciare poco spazio sulla destra anche a De Martino

Gregonelli 6 nel primo tempo non sempre impeccabile sia nella fase difensiva che in quella di spinta a sinistra, resta più accorto nella ripresa in cui stringe i denti nel limitare i rifornimenti agli attaccanti dalla sua corsia

Valle Indiani 5 dopo aver incontrato qualche problema in avvio con grinta e senso della posizione riesce a dare spessore alla mediana ospite, ma con due interventi troppo irruenti in soli quarantacinque minuti lascia i suoi in inferiorità numerica per quasi tutto il secondo tempo

Mouad 6,5 tiene alta la guardia contro i pericolosi attaccanti biancocelesti facendosi apprezzare anche in costruzione nella prima frazione, nella ripresa con il fortino sotto assedio mantiene la calma e la lucidità necessaria a evitare rischi seri a Osso

Silvestri 6,5 Il Trodica prova più volte a sfondare per vie centrali, ma insieme a Mouad riesce a non lasciare agli avanti avversari la possibilità di arrivare con facilità alla conclusione nei sedici metri Wali 6 nella prima frazione qualche scatto dei suoi manda in affanno la retroguardia biancoazzurra, nella ripresa si sacrifica a limitare le avanzate degli avversari sulla destra

Mauro 6 un po’ a corrente alternata soprattutto nel primo tempo durante il quale perde alla mezz’ora un brutto pallone proprio davanti alla sua area che Titone non trasforma nel nuovo vantaggio solo grazie alla reattività di Osso, nella ripresa lascia il fioretto e prende la spada lottando sulla mediana per difendere il pareggio

Ferranti 6 costretto a lungo a giocare di sponda, quando Monserrat si inizia a prendere la libertà di spingersi in avanti trova spazi maggiori nei quali prova ad infilarsi per arrivare dalle parti di Monti, ma è sempre ben contenuto e costretto a girare a largo (82’ Diop sv)

Biondi 7,5 nella prima frazione scappa più volte alla guardia degli avversari creando costante apprensione, è suo il primo pericolo della sfida, dà il via all’azione dell’1-1 che finalizza con una rete pregevole, nella ripresa è costretto a limitare i guizzi dedicandosi a proteggere il settore del centrosinistra, anche se quando trova spazio non rinuncia a provarci (71’ Tamburrini sv)

Haxhiu 6,5 partita di sostanza e sacrificio in mezzo al campo in particolare nella ripresa in cui aiuta ad ammortizzare la spinta biancazzurra verso la propria area, sfiora con una bella giocata il tiro che poteva portare al colpaccio, prima di incassare la beffa finale

All. – Cardelli 6,5 per un tempo la sua squadra se la gioca alla pari con il Trodica che, pur esercitando un certo predominio in mezzo al campo non riesce a prendere il comando del gioco, nella ripresa con l’uomo in meno aggiusta il modulo senza cambiare interpreti e pur con qualche inevitabile scossone l’impianto non solo regge, ma ristabilita la parità in campo accarezza anche il sogno di fare bottino pieno, poi i punti sfuggono di mano proprio nel finale lasciando di certo l’amaro in bocca per il risultato , ma non per la prestazione

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS