Montefano esulta dagli undici metri, sconfitta immeritata per il Grottammare

ECCELLENZA – La squadra di Zazzetta avrebbe meritato la vittoria per le occasioni avute

Vittoria ospite con emozioni al “Pirani” tra Grottammare e Montefano. Tre punti che servono a poco ai viola che terminano il proprio girone con una vittoria e attendono l’ultima gara tra gli avversari odierni e l’Atletico Ascoli per tirare le somme.

Gara molto divertente in termini di occasioni da gol, le due squadre se la giocano senza mezzi termini ed è il Montefano ad avere più occasioni in avvio. Prima mezzora quasi di marca viola con due occasioni sprecate da Latini e un tocco sotto porta di Matteo Camilloni che al 25’ clamorosamente non prende la porta da due passi dopo una caparbia azione di Gigli sul centrodestra. Al 38’ però a passare sono i padroni di casa. Palla meravigliosa di Cisbani in area per la corsa di Pazzi che si conferma il bomber di coppa e sigla la rete del vantaggio con uno splendido tocco sotto. Tre minuti più tardi e ancora dai piedi di Cisbani parte il cioccolatino con i tempi giusti per l’inserimento di Mascitti che tenta un pallonetto con palla alta sopra la trasversa. Il Montefano spinge ma, quando riparte, il Grottammare lo fa sul velluto.

Ripresa subito con il botto. Dopo otto minuti manata in faccia a Pazzi che cade all’altezza dell’incrocio tra la linea laterale e quella di centrocampo. L’attaccante rimane a terra, l’arbitro non ferma il gioco e il Montefano continua a giocare. La palla arriva sulla trequarti e Matteo Camilloni con un gran tiro all’angolino dal limite dell’area pareggia i conti al “Pirani”. Vibranti le proteste dei padroni di casa, soprattutto perché Pazzi aveva subito un colpo alla testa. Nelle proteste viene ammonito anche il tecnico Zazzetta in panchina. Partita che si innervosisce un po’ ma che vede la squadra di Zazzetta premere per vincere. Al 18’ clamorosa occasione per Pazzi dopo una gran corsa di Alighieri in area che offre alla punta. Clamoroso l’errore sotto porta, non da lui. Al 21’ grandiosa bordata di Stefano Fiscaletti dalla distanza e da calcio di punizione, la palla sbatte violentemente sui cartelloni pubblicitari a pochi centimetri dalla porta. L’episodio chiave arriva al 42′: stacco di testa di Rossini e miracolo di Fatone di puro istinto. Sullo spazzare della difesa l’arbitro vede un fallo da calcio di rigore. Sul dischetto si presenta Matteo Camilloni che non sbaglia. Se possibile il Grottammare si riversa ancora più in attacco ma il nervosismo fa scemare qualsiasi possibilità di rimonta.

GROTTAMMARE – MONTEFANO 1-2

GROTTAMMARE (3-5-2): Fatone; Fiscaletti A (38’st Pomili D), Fiscaletti S, Tassotti; Fuglini (31’st Todisco), Haxhiu, Cisbani (24’st Palestrini), De Panicis, Silvestri (3’st Tombolini); Mascitti (16’st Alighieri), Pazzi.
A disposizione: Palanca, Pomili A.
Allenatore: Massimiliano Zazzetta.

MONTEFANO (4-3-1-2): Rocchi; Palmucci N, Monaco (1’st Orlietti), Rossini, Cecchini (16’st Pigini); Guzzini, Gigli (15’st Alla), Camilloni F; Cantarini; Latini (1’st Bonacci), Camilloni M.
A disposizione: Craciun, Volponi, Ciavattini, Demaj, Chaid.
Allenatore: Paolo Menghini.

ARBITRO: D’Ascanio di Ancona.

RETI: 38’pt Pazzi (G), 8’st e 42’st rig. Camilloni M (M)

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana