Monopoli in lacrime: “Salvezza come uno scudetto”

VOLLEY A2 - L'alzatore della Golden Plast ripercorre le emozioni dell'annata. Patron Massera: "Successo del gruppo, risultato straordinario"

Lacrime e gioia per un successo che ha coronato il lavoro di una stagione, grazie a un impegno costante in campo e nel dietro le quinte. La salvezza del Volley Potentino in Serie A2 è arrivata al culmine della gara epica del Preliminare Play Out UnipolSai con il Pag Taviano, una doppia sfida vinta in rimonta e consacrata dal Golden Set decisivo tra le mura amiche, con traguardo tagliato sul filo di lana. Emblematica l’euforia del presidente Giuseppe Massera, tra i fondatori della società sportiva potentina nel ’79 con l’iscrizione in Prima Divisione Provinciale e ora reduce dal sesto anno in Serie A2. Suggestivo l’abbraccio finale e prolungato tra il tecnico Adriano Di Pinto e il capitano Natale Monopoli, un’icona della Serie A capace di prendere per mano una squadra di giovani talenti, di sostenere ben 6 set di qualità per 2 ore e mezzo di gioco al termine di una stagione estenuante e di commuoversi per una salvezza centrata da protagonista. Una scena che ha emozionato tutti, anche l’allenatore ospite Fabrizio Licchelli, corso a congratularsi con l’alzatore della GoldenPlast Potenza Picena, a testimonianza dei valori umani e profondi che permeano questo sport: il rispetto e la stima per i rivali.

Presidente Giuseppe Massera: “Avevo chiesto una prova di orgoglio, concentrazione e valore. La squadra ha risposto all’appello seppur soffrendo fino all’ultimo punto. Questa salvezza raggiunta al Golden Set è la dimostrazione di come atleti, staff tecnico e dirigenza abbiano dato il massimo. Traguardi del genere, in Campionati così duri, si raggiungono solo quando tutti remano dalla stessa parte. E’ un successo del gruppo, ma un ruolo fondamentale lo ha avuto Monopoli. Si è messo a disposizione con umiltà e si è espresso ad alti livelli nonostante la settimana dura, con trasferta in Salento e maratona decisiva all’Eurosuole Forum. Natale ha accettato di fare da chioccia al gruppo e le sue lacrime finali di commozione dimostrano quanto ci tenesse a centrare l’obiettivo. Godiamoci la vittoria. Se penso a questa sesta stagione in Serie A, alla vigilia dei 40 anni dalla fondazione del Volley Potentino, mi sento un po’ vecchio ma tanto felice”.

Palleggiatore e capitano Natale Monopoli:”Quest’anno c’erano motivazioni forti e non si poteva mollare sul più bello, a pochi passi da un risultato così importante. Anche se ho dovuto stringere i denti affrontando sei set, sono riuscito a trovare le energie per mantenere lucidità e concentrazione. Ringrazio gli altri ragazzi perché hanno dato il 300% per ottenere la salvezza. Questo match è stato lo specchio dell’annata perché abbiamo vissuto degli alti e bassi, ma tutti hanno dato il proprio contributo e questo è stato essenziale per portare a termine l’opera. Non è una frase fatta, lo garantisco. La voglia di vincere ha prevalso e la salvezza è stata costruita all’andata su un campo difficile come il PalaIngrosso. Metto questo successo sul podio delle mie soddisfazioni perché quando si lavora tutti insieme per raggiungere la meta è il viaggio che conta e una salvezza vale come uno scudetto quando si dà tutto per raggiungerla”.

Dalla Home


Altre News

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana