Mongiello, prodezza decisiva: Massini sempre più positivo

PAGELLE MACERATESE – Moriconi chiude la gara con una gran bella punizione, Piccioni un pò impacciato

di Andrea Busiello

TOMBA 6.5: Sempre attento e preciso in tutte le circostanze in cui viene chiamato in causa.

PICCIONI 5.5: Un pò impacciato sulla sua corsia. Qualche errore di troppo, mister Moriconi lo sostituisce a metà ripresa.

CAPPARUCCIA 6: Ha un cliente scomodo, Iori. E cerca di contrastarlo come meglio può, con esperienza in primis. 

FALCO 6: Fino a quando è in campo si disimpegna discretamente. Al 15′ della ripresa chiama il cambio per una probabile ricaduta muscolare. Mentre correva dietro al pallone, si blocca e chiede subito la sostituzione. 

BIGONI 6.5: Partita diligente la sua. Non si fa vedere troppo in fase offensiva ma in ripiegamento difensivo è sempre preciso.

CAMPANA 6.5: Discreta la sua gara. Davanti la difesa è spesso una diga. Mediano vecchia maniera, dalle sue parti si passa con fatica.

MASSINI 7: Questo ragazzino è sempre più interessante. Abbina qualità a quantità, oggi gioca in mediana e disputa un’altra prova ammirevole. La sua carta d’identità, classe 2001, gli potrebbe prospettare un futuro radioso.

MORICONI 7: Mezzo voto in più per il pregevole gol su calcio di punizione che, di fatto, chiude la gara. Per il resto altra prova positiva.

SUWAREH 6.5: Corre come un pazzo sulla fascia e mette l’anima in campo. Suo il gol dell’1 a 0. Spina nel fianco per la difesa camerte.

MONGIELLO 7: In una giornata obiettivamente grigia per lui tira fuori dal cilindro la magia che indirizza la gara verso i biancorossi. La rete del 2 a 1 su punizione dai 30 metri è una prodezza.

RIDOLFI 7: Sempre a corrente alternata. Quando è down fa innorvosire ma quando è in vena di giocare delizia tutti con giocate sopraffine. 

ARGALIA 6: Entra al posto dell’infortunato Falco. Disputa una prova accorta e senza sbavature. 

GIROTTI sv:

MORICONI 6.5: Vittoria doveva essere e vittoria è stata. La squadra non gioca bene ma ringrazia i suoi singoli. D’altronde con una rosa sprovvista di regista e di centravanti più di questo è difficile chiedere al tecnico portorecanatese che oggi si coccola anche la bellissima marcatura sigliata dal figlio Andrea.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS