Mondolfo show, super Muratori

PROMOZIONE – In parità Barbara-Gabicce, sorride il Sant’Orso

Un Vismara sottotono e soprattutto impacciato nella prima parte del match lascia i tre punti a un Mondolfo Marotta apparso più spregiudicato e convinto dei propri mezzi. Si decide tutto nel primo tempo con gli ospiti che partono subito in avanti ed al 6’ vanno in vantaggio con Rragami che ricevuta palla al limite dell’area si gira e fa partire un diagonale a mezz’altezza sul quale non ci arriva in tuffo Melchiorri. I ragazzi di mister Ferri accusano il colpo e non riescono a reagire contro un avversario che continua a pressare e alla mezz’ora su un errore a centrocampo del Vismara, si invola sulla fascia sinistra Pacenti che raggiunto il limite dell’area pesarese fa partire un tiro cross che si infila sotto l’incrocio dei pali concretizzando il raddoppio ospite. Nel finale cercano di reagire i pesaresi, ma è ancora il Mondolfo Marotta ad andare a segno con un veloce contropiede di Rragami che ricevuta palla a centrocampo supera il diretto avversario ed una volta entrato in area batte ancora Melchiorri con un rasoterra per la tripletta ospite nonché doppietta personale. Ripresa con i padroni di casa che reagiscono cercando di costruire gioco ma in modo confusionario e riescono solamente in un paio di occasioni ad impensierire gli ospiti che giocano in difesa del risultato, che permette loro di raggiungere in classifica lo stesso Vismara, che a sua volta scivola in zona play out. 

Il tabellino della gara.

VISMARA – ATLETICO MONDOLFO MAROTTA 0 – 3

VISMARA: Melchiorri, Marco Capomaggi (23’st Gaudenzi), Beninati, Pistola, Iacomucci (5’st Nicolini), Liera, Ballotti (1’st Harrach), Letizi (8’st Pagnini), Renzi Rossi, Ragni (1’st Paduano). (A disp. Matteo Capomaggi, Bertuccioli, Paris, Lucciarini). All. Ferri.

ATLETICO MONDOLFO MAROTTA: Mattioli, Rosetti, Orciani, Morganti, Rosati, Tamburini, Tiriboco (26’st Paradisi), Marconi (8’st Creatore), Rragami (43’st Bertarelli), Pacenti (40’st Pasquinelli), Tonucci (33’st Pompei). (A disp. Montesi, Donati, Pierelli, Marinò). All. Sartini.

ARBITRO: Paoletti di Fermo.

RETI: 6’pt e 39’pt Rragami, 30’pt Pacenti.

****

La doppietta del ritrovato Muratori riporta in quota il Sant’Orso che si rimette in carreggiata dopo due sconfitte consecutive. Non conferma l’arrembante prestazione sfoderata contro il Marina l’Osimo Stazione che si dimostra meno convincente in trasferta. I fanesi passano subito con l’attaccante ex Atletico Gallo che sfrutta l’indecisione fatale della retroguardia biancoverde. La reazione dei ferrai si materializza con la sortita di Gyabaa che non sfrutta un’invitante chance da posizione invitante. Nella ripresa Michettoni prova a vivacizzare la manovra offensiva con gli inserimenti di Boccolini e Gelli, ma la retroguardia rossoblù non concede varchi. Dopo aver sfiorato il bersaglio con Lepore, Muratori e Luchetti, la truppa di Fulgini raddoppia con l’invenzione di Muratori. Il Sant’Orso torna a ruggire e rivede la vetta. L’Osimo Stazione riflette su una prestazione al di sotto delle aspettative.

Il tabellino della gara.

SANT’ORSO – OSIMO STAZIONE 2 – 0

SANT’ORSO: Amadori, Tonucci, Vitali, De Angelis, Fontana, Alegi, Muratori, Mattioli, Lepore, Bastianoni, Simone Luchetti. (A disp. Palazzi, Nardini, Iennaco, Matteo Luchetti, Pambianchi, Paolini, Panicali, Riberti, Pascucci). All. Fulgini.
OSIMO STAZIONE C.D.: Bottaluscio, Masi, Pizzuto, Staffolani (30’st D’Auria), Ippoliti, Rinaldi, Gyabaa, Gatto (11’st Gelli), Pesaresi (39’st Strologo), Camilloni (31’st Caruso), Karalliu (11’st Boccolini). (A disp. Bonifazi, Marini, Amoabeng, Giri). All. Michettoni.
ARBITRO: Ulisse di Macerata.
RETI: 8’pt e 28’st Muratori.
NOTE: espulso al 34’st Rinaldi per doppia ammonizione.

Termina in parità lo scontro diretto per uscire dai bassifondi. Schiuma rabbia per la rete subita all’ultimo istante il Gabicce Gradara che regala comunque continuità al successo sulla Fermignanese ribadendo di aver intrapreso la strada giusta con l’avvento di Angelini. Tira un sospiro di sollievo il Barbara Monserra, risollevato dal rigore a tempo scaduto di Nardone. La formazione di Mancini si ritrova subito a inseguire quando Morini fredda di testa Palazzo. Servono due parate importante di Cappuccini per evitare il pareggio su Nardone e Morsucci. Pur non brillando, il Barbara Monserra ha il merito di crederci fino all’ultimo secondo evitando la sconfitta con il penalty di Nardone, concesso per un fallo di mano in area ospita sulla conclusione di Calcina.

Il tabellino della gara.

BARBARA MONSERRA – GABICCE GRADARA 1 – 1

BARBARA MONSERRA: Palazzo, Coltorti (39’st Ferrero), Giobellina, Carbone, Togni, Serpicelli, Morsucci (24’st Ubertini), Bernardini (30’pt Calcina), Brega, Nardone, Castignani. All. Mancini.
GABICCE GRADARA: Cappuccini, Betti, Gabrielli, Morini (44’st Bergamini), Franca, Fattori, Grandicelli, Domini, Bartolini, Mani, Pierri. All. Angelini.
ARBITRO: Crincoli di Ascoli Piceno.
RETI: 19’pt Morini, 48’st Nardone (rig.).

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS