Mondo del basket in lutto per Attilio, il commosso ricordo di Sacco e Paoletti

Attilio Pierini con Andrea Verdolini

Pierini vittima di un incidente stradale. Le parole di coach e gm

Attilio Pierini, ossia quando la “classe operaia va in Paradiso”: cestisticamente non era dotato di quella classe sopraffina tipica dei talenti più puri ma, in carriera, si è fatto largo con uno spirito di sacrificio ed un’abnegazione da portare ad esempio alle nuove generazioni.

Oggi è deceduto in un tragico incidente in Abruzzo (leggi). Partito dalle “minors”, sgomitando e facendosi il mazzo in tutti i modi possibili ed immaginabili era riuscito ad arrivare ad un passo dall’Olimpo del basket, giocando da protagonista in scenari che forse, qualche anno prima, aveva solo sognato. Trascinò in questa sua passione infinita anche papà Giuseppe che ne venne addirittura travolto diventando il Presidente per antonomasia del “piccolo” Recanati Basket giunto sino in serie A2 a battagliare contro la Virtus Bologna, la Fortitudo ed a far retrocedere Roma in uno storico playout.

Pierini intervistato da Tvrs

Sembrava impossibile per un club abituato a calcare i polverosi parquet della Serie C. Attilio, lo ricorda un commosso Giancarlo Sacco, faceva impallidire Stakanov. “Gli dicevi che ai massimi livelli doveva potenziare il fisico e lui si metteva h.24 a lavorare a testa bassa, senza distrazioni di sorta. La sua presenza era in dubbio per qualche acciacco fisico? Nessun problema e non doveva di certo essere “stimolato” dal medico sociale per assumere tutti gli antidolorifici necessari affinchè offrisse il suo contributo”. “Forse talvolta, commenta uno sconvolto Michele Paoletti suo ex gm, occorreva contenerlo tanta era la sua irrefrenabile voglia di giocare. A 39 anni difendeva, con enorme dignità, i colori di Civitanova ed avrebbe continuato ancora chissà per quante stagioni se il destino non lo avesse così severamente punito. Il pensiero va alla sua compagna ed alla sua famiglia che non aveva occhi che per lui”.

Una parola ci sentiamo di rivolgerla con affetto a papà Giuseppe, in questo momento devastato dal dolore e non certo con una salute di ferro ed alle Amministrazioni di Recanati e P.Recanati: Attilio Pierini è stato un esempio di umanità e come uomo di sport. Sarebbe gravissimo non ricordarlo.

Ti potrebbero interessare

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia