Misuraca svincolato di lusso: “Fiducia dopo 35 partite con la Fermana”

SERIE C – La bella stagione a Fermo, la continuità ritrovata, poi il crack del Pordenone e il contratto saltato: “Futuro? A 33 anni non mi precludo nulla, pronto per ripartire”

Se quello di Bunino a Pesaro a fine novembre fu il gol più importante dell’era Protti, nel turno successivo la testata di Misuraca al Recchioni con la Lucchese guarì definitivamente la Fermana, di nuovo vincitrice dopo 10 turni. In maglia gialloblu, l’ex capitano di un Pordenone da Serie B ha ritrovato la giusta continuità fisica: 35 gettoni (2 reti), secondo canarino con più minuti in campo dopo duracell Pellizzari.

Tutto questo a 33 anni. “Devo ringraziare chi mi ha dato fiducia, lo staff medico e il preparatore atletico. Oltre a me anche altri calciatori sono tornati al 100% con la Fermana”, ha detto il centrocampista classe ’90 dalla sua Palermo dove è in vacanza. Estate turbolenta, però. L’improvvisa mancata iscrizione del Pordenone gli ha infatti fatto saltare il contratto con i ramarri, dai quali sarebbe dovuto tornare adesso. Una bella botta. “Era un contratto pesante sottoscritto quando sfiorammo la A, magari alla mia età farò fatica a trovare cifre del genere ma non mi precludo assolutamente nulla e la bella stagione con la Fermana mi dà stimolo. L’estate scorsa scelsi la Fermana in accordo con la mia famiglia – ha vissuto a Marina d’Altidona con la compagna Cecilia, ascolana, e i figli -, sarebbe bello rimanere nelle Marche. Ma una cosa è certa, sono un professionista e voglio finire bene nei professionisti. Giro da quando ho 18 anni, sarei pronto a ripartire ancora una volta e fare sacrifici”.

Difficile, forse impossibile, che la Fermana possa avere la forza economica per potersi permettere ancora il professore della mediana. E, se dovesse essere addio, cosa rimarrà nei ricordi di Misuraca? “Una stagione da 8 fino a quando abbiamo spinto, che poi è diventata da 7 meno perchè non siamo riusciti a metterci la ciliegina ma non è colpa di nessuno. Dopo la salvezza anche noi calciatori ci siamo un po’ adagiati. Mister Protti? Ci ha trasmesso il suo attaccamento alla maglia, è stata una soddisfazione per lui esordire in C con la squadra di una città a cui è legatissimo. Al di là delle idee tattiche credo che questa Fermana abbia fatto divertire la gente. Ora è in standby? Qualche giocatore sotto contratto c’è, non è mica poco”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS