Mister Martinelli abbraccia la Futura 96: “Ambiente serio, competente e passionale, ho accettato per questo”

PROMOZIONE – Parla il nuovo tecnico dopo il 2-2 all’esordio con il Casette Verdini: “Migliorare il dato dei gol subiti, c’è materiale tecnico e umano importante”. Ora la Monterubbianese

Da poco più d’una settimana ha la Futura 96 in mano, chiamato a sostituire il predecessore Marco Pennacchietti. Mister Martino Martinelli, ex tecnico di Corridonia e Trodica, è arrivato a Capodarco carico d’entusiasmo ed ha debuttato, dopo soli due allenamenti, con un 2-2 casalingo al cospetto del Casette Verdini. Un punto sicuramente importante per rompere il ghiaccio.

 

Martinelli, che squadra e che ambiente ha trovato?
“Ho detto subito sì perchè appena ho parlato con la società ho percepito serietà, competenza e tanta tanta passione. La squadra è composta da giocatori con valori umani importanti e il campo me lo ha immediatamente confermato”.

Su cosa si è concentrato tecnicamente parlando?
“Ogni allenatore porta le sue idee e cerca di trasmetterle. E i numeri non mentono mai. A livello collettivo stiamo prendendo troppi gol e dobbiamo quanto prima migliorare quel dato lì. Non è un problema di reparto ma di approccio generale. Di sicuro però non parcheggeremo la corriera davanti alla porta”.

E’ soddisfatto di ciò che ha visto con il Casette Verdini?
“Soprattutto nel primo tempo, nonostante i soli due allenamenti, i ragazzi hanno fatto quello che avevo chiesto, ho visto una squadra propositiva che aggredisce e riparte. Sotto questo aspetto tutti sono stati straordinari, ho la fortuna di avere ragazzi ultra disponibili che ascoltano e vanno a 250 chilometri orari. I difetti? L’attenzione sulla palle inattive. Lì dobbiamo alzare l’asticella”.

Mister, ora la Monterubbianese di Cardelli: come la giudica?
“Non è più una sorpresa, è in categoria da due-tre anni nonostante la pandemia, ha giocatori entusiasti di giocare per quella maglia, un po’ come accade nella Futura 96, c’è un gruppo storico che trascina e un allenatore bravo. Su quel campo, poi, è difficile per tutti ma noi abbiamo tanta fame”.

In Promozione B c’è una classifica incredibile. Dal secondo all’ultimo posto si contano 16 squadre in 8 punti, che significa?
“Che c’è un equilibrio esagerato ed è un bel campionato. Ogni domenica se non dai il tuo massimo non ne vieni fuori. Noi dobbiamo guardare il nostro obiettivo, allenamento dopo allenamento, partita dopo partita. Dobbiamo raggiungere un tot di punti per centrare la salvezza”.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS