“Mio figlio mi ha sparato”, ma era la pistola da softair: denunciato un 21enne

Dopo la chiamata in centrale si pensava ad una strage, invece la donna è stata colpita solo di striscio

La telefonata alle forze dell’ordine lasciava presagire un disastro. “Mio figlio di ha sparato”. A parlare è una donna da un’abitazione del Poggio, ad Ancona, che ha fatto presagire il peggio. Eliambulanza pronta in partenza e Croce Gialla che è arrivata sul posto insieme ai carabinieri. Ma, una volta giunti nell’appartamento, la donna non mostrava nessun segno di arma da fuoco.

La donna era stata invece colpita di striscio da un pallino di plastica esploso dalla pistola softair in mano al figlio. Durante il pranzo c’era stato un litigio banale, poi il giovane aveva compiuto il gesto fuggendo di casa per paura di essere arrestato non appena notato che la madre aveva chiamato il 112. La cinquantenne è stata comunque portata al pronto soccorso, in codice verde, perché visibilmente agitata, anche se non presentava ferita alcuna sulla gamba.

Il 21enne, invece, si è presentato a casa poco dopo la fuga ammettendo le sue colpe e portando ancora in mano l’arma che è stata sequestrata. Il giovane si è beccato una denuncia per minaccia aggravata, situazione che è partita d’ufficio nonostante la madre non abbia voluto denunciare il figlio per l’accaduto.

LE ULTIME DA ANCONA E PROVINCIA

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia