Minaccia la compagna e lancia oggetti contro di lei: arrestato

I poliziotti intervenuti immediatamente sul posto ad Ancona

Arrestato uomo di 39 anni, per la violazione degli obblighi inerenti la misura alternativa alla detenzione. Nello specifico, gli Agenti sono intervenuti in soccorso ad una donna che al 112 ha riferito di essersi barricata in una camera della sua casa per timore del comportamento violento del compagno che, in stato alterato da abuso di alcol, oltre ad insultarla e minacciarla le aveva lanciato contro diversi suppellettili presenti in casa.

I poliziotti intervenuti immediatamente sul posto ad Ancona, hanno uditole urla dell’uomo, il quale esagitato, alla loro vista dalla porta socchiusa, ha inveito contro minacciandoli e con violenza, cercando di colpirli con calci e pugni, ha impedito fisicamente i loro ingresso nell’appartamento per sincerarsi delle condizioni della compagna. I poliziotti, dopo essere riusciti ad immobilizzarlo, sono riusciti ad instaurare contatti con la donna, la quale ancora scossa ha riferito sugli accadimenti. Hanno avuto una accesa discussione telefonica a causa del suo ritardo nel rincasare, rammentandogli le prescrizioni a cui doveva ottemperare, essendo lui sottoposto alla misura giudiziaria con l’obbligo di permanenza in casa in determinate ore. Al suo rientro, il compagno ha sfogato la sua ira contro gli oggetti, gettandoli per terra, e verso di lei, lanciandoglieli contro.

La donna, sebbene l’evidente stato di agitazione, dopo l’intervento dei sanitari che provvedevano ai primi accertamenti sulle sue condizioni, ha rifiutato il trasporto in Ospedale. Il fermato persisteva nella sua condotta violenta, non solo all’interno della macchina di servizio, che con calci ha danneggiato la portiera posteriore, nonché deturpandola e imbrattandola con le proprie sostanze organiche, ma anche negli Uffici della Questura cercando ancora di colpire gli Agenti operanti.

L’uomo, per i fatti accertati é stato tratto in arresto che, stamani in sede di rito per direttissima, é stato convalidato dal Giudice competente,  mentre il Magistrato di Sorveglianza ha sospeso la misura alternativa emessa nei suoi confronti, disponendone la detenzione in carcere.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS