Minaccia e picchia la moglie anche davanti al figlio: scatta il braccialetto elettronico

Divieto di avvicinamento

I poliziotti della Squadra Mobile di Ancona hanno dato esecuzione all’Ordinanza di applicazione della misura cautelare emanata dal GIP presso il Tribunale di Ancona, con la quale è stato disposto il divieto di avvicinamento con l’applicazione del braccialetto elettronico a carico di un 67enne, ritenuto responsabile dei reati di maltrattamenti in famiglia commessi nei confronti della moglie.

Il provvedimento dell’Autorità Giudiziaria prevede il divieto di avvicinamento alla consorte ad una distanza non inferiore a 500 metri e all’applicazione del braccialetto elettronico.

Da quanto appreso durante la fase investigativa condotta dalla Squadra Mobile e coordinata dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Ancona, l’indagato, attraverso reiterate minacce, percosse ed ingiurie, eseguite anche alla presenza del figlio, avrebbe aggredito fisicamente la moglie anche con modalità degradanti, facendola sbattere contro un pensile della cucina, prendendola a schiaffi, colpendola e, sovente, anche procurandole lesioni personali per le quali la donna aveva evitato di ricorrere alle cure mediche, in ogni caso mediante l’instaurazione di una serie indefinita di litigi e contrasti anche per futili motivi e appellandola con epiteti di ogni genere. Maltrattava la vittima in maniera da cagionarle lesioni personali e un perdurante e grave stato di ansia e di paura, tale comunque da ingenerare un fondato timore per l’incolumità di costei.

All’esito dell’attività info-investigativa, il G.I.P. presso il Tribunale di Ancona, accogliendo la richiesta avanzata dalla Procura della Repubblica, disponeva l’applicazione della predetta misura cautelare che è stata eseguita dagli agenti della Squadra Mobile nel luogo di residenza dell’indagato.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS