Minacce alla ex e al presunto compagno di lei: scatta la sorveglianza speciale

L’uomo era arrivato anche ad incendiare la vettura dell’uomo sul quale aveva sospetti

Il Tribunale di Ancona ha accolto la misura di prevenzione della sorveglianza speciale su proposta del Questore di Ancona nei confronti di un uomo condannato per maltrattamenti ed atti persecutori alla compagna.

La Sezione Misure di Prevenzione del Tribunale ha infatti ritenuto sussistenti gli elementi di pericolosità sociale dettagliati nella proposta di applicazione del Questore di Ancona, ritenendo dunque ragionevole formulare un giudizio fondato su elementi di fatto rappresentati dalle pregresse condanne penali, dai carichi pendenti, da cui emerge l’elevata probabilità che l’uomo possa commettere in futuro ulteriori delitti della stessa specie.

Nello specifico è stata disposta l’applicazione della sorveglianza speciale di pubblica sicurezza con obbligo di soggiorno, determinata in tre anni con il divieto di avvicinarsi alle vittime e ai luoghi da loro frequentati a meno di 500 metri. Come dettagliato nella proposta a firma del Questore, a seguito dell’Istruttoria svolta dall’Ufficio Misure di Prevenzione, il comportamento criminoso, tenuto dall’uomo nei confronti della sua ex compagna, ha messo in concreto pericolo la sicurezza e la tranquillità pubblica ingenerando un grave allarme sociale. In particolare l’uomo era stato condannato per maltrattamenti ed atti persecutori, messi in atto nei confronti dell’allora sua compagna, attraverso l’invio di centinaia di messaggi minacciosi, a lei e all’uomo del quale egli era convinto che la donna avesse una relazione, arrivando perfino ad incendiare la macchina dell’uomo sul quale aveva sospetti.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS