Mezzo secolo di Acr, festa grande a Castelfidardo

La parrocchia Santo Stefano ha coinvolto genitori e bambini, protagonisti di una tre giorni indimenticabile

Grandi festeggiamenti per la parrocchia Santo Stefano di Castelfidardo in occasione dei 50 anni dell’ACR. Una tre giorni, dal 30 ottobre fino al primo novembre, ricca e ben articolata che ha visto appuntamenti e attività per tutte le fasce d’età.

Programma aperto mercoledì 30 ottobre dal convegno “Non tutti bytes vengono per nuocere. L’educazione nella società di oggi tra real e virtuale” in cui ha visto una partecipazione di massa di educatori e genitori. I presenti hanno avuto la fortuna di ascoltare Don Tonino Lasconi, che 50 anni fa insieme ad altre persone, ha dato avvio all’Acr. Nella sua relazione ha saputo spiegare i concetti fondamentali su cui si basa l’Azione Cattolica dei Ragazzi, come quelli di gruppo, condivisione e catechesi esperienziale. Insieme a lui, Lorenzo Lattanzi, presidente dell’associazione AIART Marche, si è reso protagonista di una bella analisi riguardante la situazione attuale dei media, partendo proprio dall’utilizzo dei social dei presenti. Il maestro di scuola primaria, ha esortato il pubblico a guardare la realtà da più punti di vista, senza fermarsi all’apparenza.

All’incontro ha preso parte il responsabile parrocchiale Alessandro Rossini, con una riflessione “sulla condivisione della vita online e offline e sul saper abitare la rete, che il Signore ci ha messo a disposizione per poter diventare ancora di più in questo nuovo millennio pescatori di uomini”. Poi è stato il momento del presidente parrocchiale dell’Acr, il quale ha posto alla base del suo intervento l’interrogativo sul perché ci si lamenti sempre del presente guardando con nostalgia al passato, anziché guardare con gioia al futuro e vivere con serenità il presente sfruttando al meglio tutta la modernità a disposizione.

Giovedì 31 ottobre, a San Francesco, grande festa per le medie con due gruppi musicali e con la musica del DJ Marco Cecconi. I ragazzi, dopo aver fatto una cena condivisa, fino alle ore 10 hanno potuto assistere a della buona musica dal vivo.

Cuore della festa è stato il giorno di Ognissanti (venerdì 1 novembre), ricorrenza del compleanno dell’ACR. È stata una festa stupenda alla quale hanno partecipato quasi 300 bambini, grazie anche alla partecipazione dei bambini delle parrocchie Sacra Famiglia e Misericordia di Osimo. L’inizio della festa si è svolto all’auditorium San Francesco dove la band ha animato l’introduzione della festa. Così dopo una breve scenetta, ragazzi e bambini dalla prima elementare alla terza media, divisi in squadre, hanno riempito il centro storico di Castelfidardo con molteplici attività ludiche. Terminati i giochi, tutti sono rientrati a San Francesco dove sono state spente le candeline poste sulla torta che è stata tagliata e successivamente mangiata da tutti. Alle ore 18.30 la festa si è conclusa con la celebrazione eucaristica in chiesa Collegiata, officiata dal Vescovo Angelo Spina, con il parroco Don Bruno e con l’assistente diocesano Don Francesco Scalmati. Gli organizzatori hanno tenuto a ringraziare vivamente il presidente parrocchiale di Castelfidardo Giuseppe Rizzi, il responsabile diocesano Daniele Fabi e il presidente diocesano Massimiliano Bossio.

Il tutto è stato possibile grazie ai tantissimi educatori che si sono prodigati e hanno preso a cuore l’Acr, ma anche alle tantissime famiglie che hanno dato la possibilità ai propri figli di essere i veri protagonisti della festa in una tre giorni indimenticabile.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS