Meno Tiong, più Silvetti: il sindaco ha salvato il calcio ad Ancona

Depositati assegni per 400mila euro a fondo perduto per la partecipazione alla D, oggi il Consiglio Federale accoglierà l’iscrizione della nuova società dorica

La missione del sindaco Silvetti è diventata “possible”. Lavorone del primo cittadino di Ancona che il 4 giugno incassò un colpo basso da Tiong ma ha saputo rialzarsi limitando i danni, compiendo un miracolo in appena un mese. E’ nata la nuova società dorica e parteciperà alla D. Ieri sera il Presidente pro tempore della nuova Ancona Gianluca Brilli ha depositato gli assegni per la somma complessiva di 400mila euro nei termini e tutta la documentazione necessaria all’iscrizione alla Serie D dell’SSC Ancona. Oggii l Consiglio Federale della Figc proseguirà l’iter accogliendo l’iscrizione della nuova società calcistica. Dal momento della ratifica la nuova società avrà tempo sino all’11 luglio per espletare tutte le formalità compreso il deposito della fideiussione per l’iscrizione al prossimo campionato 2024/2025. Il clima è stato cordiale e collaborativo ben sapendo l’importanza per una città capoluogo dell’iscrizione della squadra cittadina al campionato di Serie D. Ora la nuova società, Ssc Ancona, dovrà compiere altri passaggi per la conclusione del percorso. Dal canto suo l’amministrazione comunale ha concesso, nella seduta di giunta di ieri mattina, con delibera l’uso dello Stadio Del Conero alla nuova società ed ha ricevuto dal Comitato dei Marchi l’indicazione di fornire gli stessi ad uso della nuova SSC Ancona Calcio.

redazione
Author: redazione

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS