Medei brillante, Cappelletti giovane interessante

Le pagelle di Appignanese-Cluentina

PETTINARI 6:  Gode di un pomeriggio tutto sommato tranquillo anche se nella prima frazione è bravo a farsi trovare sulla punizione velenosa di Mongiello evitando il peggio. Non può nulla sul rigore di Mancini

GESUELLI 6,5: Svolge ottimamente entrambi le fasi il terzino destro biancoazzurro che è attento in fase difensiva e propositivo in quella offensiva dove si propone sempre con grande continuità e proprio da una sua discesa nasce la prima occasione di Medei della ripresa

GALASSI 6: Controlla con attenzione e diligenza la sua fascia di appartenenza non correndo mai grandi pericoli, basta questo per dare il suo contributo alla causa

GIAMPAOLI 6: Prova di grande solidità del centrale difensivo classe 2004 che risulta imperioso nel gioco aereo dove è sempre bravo ad anticipare Salvati e soci. Peccato per il cartellino giallo per un’entrata irruenta sullo stesso Salvati e per non correre rischi Giulianelli lo lascia negli spogliatoi all’intervallo (1 st FAGIANI 6: Quando viene chiamato in causa è sempre attento e puntuale negli interventi e nelle chiusure)

PICCHIO 6,5: Per lui prova simile al suo compagno di reparto. Dimostra sempre grande sicurezza e affidabilità sbagliando poco o nulla. Causa il rigore molto dubbio che decide la gara dove protegge bene la palla su Cappelletti e cadendo tocca la palla con la mano dopo probabilmente aver subito un fallo non ravvisato dal direttore di gara.

GAGLIARDINI EDOARDO 6: Il capitano dell’Appignanese ritorna dal primo minuto dopo aver saltato la gara di Corridonia e porta tutta la sua leadership in mezzo al campo. È molto presente nella manovra della sua squadra oltre ad essere anche molto prezioso in fase di interdizione davanti alla difesa (36 st LASKU sv)

GAGLIARDINI NICOLA 5,5: È troppo impreciso in fase di impostazione dove spesso è troppo frenetico nella gestione della palla sbagliando dei passaggi anche banali per uno come lui. Poco lucido anche negli metri dove spesso sbaglia la scelta vanificando delle ottime situazioni per la sua squadra (29 st PIERANTONELLI 6: Porta in campo quantità e grande agonismo per la parte finale di match)

TARQUINI 6: Nel primo tempo si fa vedere con qualche buono spunto e qualche giocata di qualità poi però nella ripresa risulta meno nel vivo del gioco toccando meno palloni. Nel complesso comunque una prova sufficiente

RAPONI 6: Gara di grande sacrificio e applicazione per l’ex attaccante di Aurora Treia e Matelica che si muove molto su tutto il reparto offensivo abbassandosi spesso per ricevere la palla come nel primo tempo dove imbecca con una palla deliziosa Medei che però spreca e tutto da ottima posizione. Esce tra l’applauso dei suoi tifosi(22 st CARBONI 6,5: Ottimo impatto sul match per l’attaccante classe 2003 che risulta un pericolo costante nel finale di gara per la difesa ospite con le sue accelerazioni palla al piede. Prezioso anche nel far salire la squadra dove è sempre bravo a prendere posizione con i suoi avversari)

MEDEI 7: Il migliore in campo nelle file dell’Appignanese per distacco il match winner della vittoria di Corridonia. È un pericolo costante per la difesa della Cluentina e infatti le migliori occasioni dell’Appignanese portano tutte la sua firma. Nel primo tempo ha una grande opportunità che spreca calciando troppo debolmente quasi solo davanti a Rocchi mentre nella ripresa è anche sfortunato dove prima il suo colpo di testa su cross di Gesuelli e poi la sua conclusione a un quarto dal termine si perdono entrambe di pochissimo a lato, peccato perché il goal sarebbe stata la giusta ricompensa

ZITTI 6: Nel primo tempo è molto vivace e intraprendere risultando spesso nel vivo del gioco, nella ripresa invece non riesce ad essere continuo come nella prima frazione. Sempre nel primo tempo si esibisce con una bella girata che però non ha la sorte sperata(33 st STURA sv)

All. GIULIANELLI 6: L’Appignanese incassa la quarta sconfitta stagionale in uno scontro contro una diretta concorrente per la salvezza e rimane inchiodata all’ultimo posto in classifica non riuscendo a dare seguito all’exploit di Corridonia al termine comunque di una gara ben giocata dalla sua squadra che per quanto visto in campo avrebbe meritato qualcosa in più. Sconfitta che lascia grande amaro in bocca ai biancoazzurri che dopo un primo tempo bloccato nella ripresa si sono fatti preferire avendo le occasioni migliori per sbloccare il match con Medei ma un po’ per imprecisione e un po’ per la poca fortuna non ci sono riusciti e in pieno recupero arriva la beffa su rigore su una decisione dell’arbitro che lascia molte perplessità scatenando la rabbia dei biancoazzurri. Ora bisogna subito voltare pagina e pensare alla prossima gara che vedrà l’Appignanese di scena a Porto San Giorgio contro la Sangiorgese-Monterubbianese in una partita dall’elevato coefficiente di difficoltà per la sua squadra.

****

ROCCHI 6: Anche lui come il suo collega Pettinari sull’altra sponda non deve compiere grandi interventi per tutto l’arco dei novanta minuti limitandosi alla semplice e ordinaria amministrazione dove trasmette sempre grande sicurezza

BRANDI 6: Controlla con grande attenzione e diligenza la sua zona di competenza non facendosi mai superare o andando in affanno

STACCHIOTTI 6: Anche lui come il suo compagno Brandi sull’altra fascia si limita alla fase difensiva dove comunque risulta sempre attento e concentrato per tutto l’arco della sua gara(29 st MONTECCHIARI 6: Entra in campo portando forze fresche in mezzo al campo per lo spezzone finale di partita)

PAGLIARINI 6,5: Solita prova di grande solidità del centrale difensivo biancorosso che ingaggia un bel duello con Raponi e Medei da cui esce spesso vincitore. Bene nelle chiusure dove risulta sempre ben appostato

FOGLIA 6,5: Per lui prova simile al suo compagno di reparto con cui formano davvero una coppia affiatata e ben collaudata. Anche lui risulta attento e concentrato per tutto l’arco della sua gara sbagliando poco o nulla (23 st MENGHINI 6: Va un po’ in affanno contro Carboni non riuscendo ad anticiparlo come vorrebbe. Da sottolineare però un’importante chiusura nel finale di match dove riesce a intercettare un passaggio in profondità che poteva costare carissimo)

MARCANTONI 6: Solita prova di grande quantità e generosità in mezzo al campo per il capitano della Cluentina che lotta e combatte su ogni pallone senza mollare mai di un centimetro. Va in difficoltà invece nel segmento finale della ripresa dove viene spostato a fare il terzino destro in un ruolo non suo facendo fatica a prendere le misure.

TROBBIANI 6: Ritorna dal primo minuto in mezzo al campo e fa il suo compito senza strafare eccessivamente. Prezioso soprattutto in fase di interdizione dove è sempre bravo a non concedere varchi a Tarquini e soci. Nel complesso una prova sufficiente(23 st CAMMERTONI 5,5: Non riesce a incidere nel match come vorrebbe vedendosi davvero poco)

MONGIELLO 5,5: Prova opaca dell’esterno offensivo biancorosso che risulta meno brillante e lucido del solito sbagliando diverse giocate non da lui. Si intestardisce spesso nei dribbling venendo spesso raddoppiato perdendo anche diversi palloni. Si rende pericoloso solo nella prima frazione con una punizione velenosa ben respinta dall’attento Pettinari(37 st MARINI sv)

SALVATI 6: Da apprezzare per generosita’ e impegno dove si sbatte tanto là davanti con Giampaoli e Picchio e spesso riesce a prendere dei falli preziosi per la sua squadra come nella prima frazione dove oltre a far ammonire Giampoli guadagna la punizione da cui nasce poi l’occasione di Mongiello(15 st MANCINI ROBERTO 5,5: Viene gettato nella mischia da Canesin per provare a cambiare le sorti del match ma non riesce a sprigionare la sua qualità per poter fare male)

MANCINI ANDREA 6,5: Dopo una gara in ombra dove si vede poco per tutto l’arco della gara sempre ben controllato dalla retroguardia avversaria che non gli lascia spazio per poter sprigionare la sua qualità trasforma in pieno recupero con grande freddezza il rigore che vale tre punti preziosissima per la sua squadra siglando la sua quarta rete in campionato, un bottino niente male

CAPPELLETTI 6,5: Si accende a sprazzi il classe 2005 che però soprattutto nel primo tempo quando strappa palla al piede mette in crisi la difesa locale che fa fatica a fermarlo. Mezzo voto in più perché nonostante l’episodio dubbio e un suo possibile fallo su Picchio ha il merito di andare ad attaccare il secondo palo sulla punizione di Marini andandosi a guadagnare il rigore della vittoria non tra qualche dubbio e polemica.

All. CANESIN 6,5: La sua Cluentina riscatta al meglio il ko di Sabato scorso contro il Matelica portando a casa una vittoria pesantissima per la propria classifica contro una diretta concorrente per la salvezza certificando il buon momento della sua squadra in questo inizio di campionato. La sua squadra dopo un primo tempo equilibrato e dall’elevato tasso agonistico nella ripresa è brava a stringere i denti nel maggior momento di spinta dell’Appignanese e scampato il pericolo nel finale i biancorossi hanno il merito di crederci e in pieno recupero vengono premiati nonostante il rigore molto dubbio. Ora il giusto riposo e poi da Lunedì si inizierà a pensare alla prossima sfida interna contro l’Elpidiense Cascinare dove i biancorossi sicuramente vorranno cercare un altro risultato positivo.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS