Med Store-Pallavolo Macerata, accordo biennale e progetti importanti

Primo giorno di scuola per la nuova Med Store Macerata

VOLLEY A3 – Presentata la partnership tra la società maceratese e la nota azienda capitanata da Parcaroli

di Andrea Verdolini

Più che una sponsorizzazione è una partnership fatta con il cuore. Così è stato presentato l’accordo biennale che unisce il prestigioso marchio Med Store alla Pallavolo Macerata. Le premesse, affinchè ci possano essere interessanti sviluppi ci sono tutte: un amplissimo settore giovanile che parte dall’Academy e non solo (addirittura con i bimbi del 2016 impegnati nella “motricità”), una dirigenza seria ed affidabile con 36 anni di storia alle spalle e perchè no una prima squadra che si sta ormai definendo, tra elementi forse anche di categoria superiore e qualche ragazzo sul quale scommettere.

La conferenza stampa odierna

Potrebbe essere insomma una svolta per il volley maschile maceratese che magari si sarà anche interrogato sul suo futuro nei tristi giorni del lockdown e con il forfait di Menghi Shoes e che invece ora, a nemmeno tre mesi di distanza, ha il supporto di un’azienda leader nel settore delle tecnologie, in espansione e che soprattutto vuole essere parte attiva della città. “Penso che ci potrà essere una collaborazione molto proficua, ha detto il vicepresidente del club Gianluca Tittarelli con un progetto che porti sviluppo per tutti. E’ un partner che vogliamo avere al nostro fianco più che alle nostre spalle.”

Un abbinamento nato oltre un anno fa e che ora sfocia in questo rapporto di main-sponsor: “Cercheremo di riportare il grande volley a Macerata, ha rimarcato Stefano Parcaroli. I presupposti sono incoraggianti ed è questo un mondo che ha grande appeal verso i giovani e la nostra realtà d’altronde è estremamente vicina al mondo della scuola e dell’insegnamento.”

Patron Sandro Parcaroli che sabato ufficializzerà la sua candidatura a sindaco della città, ha speso parole non di circostanza: “Macerata ha bisogno di tante cose e lo sport è una di queste. Ho 63 anni ed ho trascorso qui due terzi della mia vita. Il nostro obiettivo è riportare entusiasmo e calore al Palazzetto e fare in modo che sia un punto di riferimento per tutti. Un palas più grande? Quello è un sogno che comunque dobbiamo coltivare”. Nessun proclama roboante, durante la conferenza stampa al Ristorante Vere Italia ed il percorso di far tornare il grande pubblico al Banca Macerata Forum (Fontescodella si chiamerà così) non è privo di difficoltà, anzi. Occorre però concentrarsi su quello che attualmente si ha e non su quello che, per mille motivi, si è perso. E questa partnership, concedeteci il neologismo, è davvero…tanta roba.

Ti potrebbero interessare

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia