“Mattei diede all’Italia modernità e futuro rispondendo alla sua richiesta energetica”

La commemorazione del 59esimo anniversario della morte di Mattei a cura del Comune di Matelica, della Fondazione e dell'associazione pionieri e veterani Eni

ANNIVERSARIO – MATELICA HA RICORDATO IL SUO GRANDE CONCITTADINO.
Cerimonia a cura di Comune, Fondazione ed Apve Eni con il presidente Ferracuti

di Maurizio Verdenelli

Appena 59 anni fa ma il cordoglio di Matelica non s’indebolisce nel ricordo del Grande Concittadino, del New Caesar che guidò il riscatto post guerra e fu protagonista del Miracolo economico nazionale.

In attesa del convegno su “I numeri dell’Ing. Mattei” sabato (ore 16) al teatro Piermarini, che nel giugno 1953 ospito’ la cerimonia di cittadinanza onoraria a Colui che il 10 febbraio precedrnte aveva coronato il sogno di dare al Paese con l’Eni un futuro energetico, ieri Comune, Fondazione Enrico Mattei e Apve hanno partecipato all’annuale cerimonia al cimitero di Matelica. All’interno della cappella di famiglia, il sindaco Massimo Baldini ha deposto la corona d’alloro dell’amministrazione comunale, tenendo la commemorazione funebre. A fianco di Aroldo Curzi Mattei, pronipote del fondatore dell’Eni e presidente della Fondazione.

Con loro Oscar Ferracuti, presidente Apve: “La nostra Associazione fu voluta espressamente da Enrico Mattei per sottolineare la fondamentale importanza dell’Eni sul tema della ricerca e della risposta alla domanda di energia drl Paese. Una risposta che solo il nostro ente poteva dare in quel momento di ripresa e rilancio dopo le devastazioni di una guerra. Una risposta che in modo lucido e preveggente Mattei seppe dare tramite fornitori come Russia, Olanda, Egitto, Iran, Algeria ed attraverso progetti relativi a metanodotti e gasdotti dalle tecniche allora avveniristiche. Un servizio reso al Paese di immensa importanza che nel cielo di Bascapè 59 anni fa venne tragicamente interrotto.

Mattei all’arrivo a Camerino
Mattei ed Ezio Vanoni, ministro del Tesoro dei governi De Gasperi

 

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia