Matrimoni e Covid, l’ottimismo della wedding planner Silvia: “Con 30 invitati la cerimonia è più intensa”

Silvia Forte

“Dobbiamo gestire rinvii forzati ma ci saranno nuove tendenze 2021”

di Marica Massaccesi

La Wedding Industry è tra i settori più colpiti dalla pandemia. Ne abbiamo parlato con l’agenzia che si occupa dell’organizzazione di matrimoni ed eventi esclusivi, la Silvia Forte Wedding & Event Planner di Senigallia. Lo stile vero e autentico e uno spiccato senso pratico, ma anche la buona dose di intuito e un pizzico di psicologia ha da sempre contraddistinto la wedding planner Silvia Forte nella cura di ogni dettaglio nell’organizzazione degli eventi. Ma l’emergenza sanitaria da Covid-19 ha portato una forte penalizzazione al settore dei matrimoni e tantissimi eventi, circa l’80% (Fonte Assoeventi – Confindustria), sono stati annullati e rimandati al prossimo anno. Mentre per coloro che hanno deciso comunque di convolare a nozze si ritrovano limitati a invitare massimo 30 persone alla cerimonia.

Dopo il diploma alla prima accademia d’Europa “The Wedding and Event Planner Business School”, ti sei specializzata nella progettazione di matrimoni esclusivi presso la celebre di Enzo Miccio a Milano.

Come è nata l’idea di intraprendere la professione di wedding planner?

Sognare è un’arte e far sognare gli altri, veder brillare i loro occhi, aiutarli nelle scelte e capire che si sta percorrendo la strada giusta è davvero gratificante. Per questo e molto altro ho scelto questo splendido lavoro.

Perché affidarsi a un wedding planner per organizzare un matrimonio?

La domanda è come mai sempre più persone ricorrono ai wedding planner per organizzare qualcosa che, tradizionalmente, è sempre spettato agli sposi o ai parenti più prossimi. La risposta a questo quesito va ricercata nello stile di vita sempre più frenetico cui si è normalmente esposti. Affidarsi a un wedding planner consente di pianificare e realizzare il matrimonio dei sogni delegando ad una figura qualificata le incombenze organizzative più stressanti, e dedicarsi così esclusivamente alla parte più piacevole dei preparativi, come le prove dell’abito da sposa, la prova menù e della torta, per poi godersi il grande giorno nella certezza di avere al proprio fianco un professionista che ha tutto sotto controllo.

Come hai organizzato gli eventi a causa del Covid 19?

È un periodo molto particolare. Ci siamo ritrovati a gestire dei rinvii forzati delle cerimonie che erano calendarizzati proprio sotto lockdown spostando tutti gli eventi al 2021.

Negli ultimi mesi qualcosa è cambiato. Hanno ripreso i festeggiamenti, compleanni, matrimoni e altri eventi. Ma le nuove misure restrittive attuate avranno un’influenza ancora più negativa nel vostro settore?

Io sono ottimista e data la situazione attuale cerimonia e ricevimento andranno ripensati e rimodulati in base alle nuove regole. La riduzione a 30 invitati potrebbe essere la prima conseguenza per mantenere la distanza di sicurezza. Ma nulla di preoccupante, perché un ricevimento con poche persone può trasformarsi in un evento più sentito e intenso, dalle emozioni più autentiche. Ci saranno delle nuove tendenze 2021. La vita è una festa.

Come vede il 2021?

Coronavirus o no, una cosa è certa l’Amore sopravviverà a questo.