Matelica sempre più leader, vicino il riconoscimento di Scuola Calcio Elite

SERIE D – Il responsabile Virgili fa il punto della situazione: “Centri estivi anche con Porto e Celtic, siamo tra le società più strutturate della Regione”

Siamo giunti alla fine di un altro anno solare e a tirare le somme delle attività svolte per ciò che riguarda il settore giovanile del Matelica è il Responsabile Tecnico Alberto Virgili. Il suo intervento è una panoramica sulla realtà biancorossa che nel tempo è cresciuta sotto ogni punto di vista.

Professor Virgili quanti atleti tesserati ha il Matelica?

“Il Matelica calcio esprime un numero tesserati elevato, in relazione alla densità demografica del territorio, che dalla categoria Juniores alla categoria Piccoli Amici è di 246 (243 ragazzi/bambini e 3 bambine). Dodici sono le squadre iscritte ai campionati della Figc a vari livelli (Nazionali, Regionali e Provinciali), nello specifico una Juniores Nazionale, una Allievi Regionali e Giovanissimi Regionali, una Giovanissimi Cadetti, due Esordienti 2007, una Esordienti 2008, Pulcini 2009, Pulcini 2010, Primi Calci 2011, Primi Calci 2012 e Piccoli Amici2013/2014”.

A questi numeri vanno aggiunti 16 giocatori trasferiti definitivamente in altre società in questa stagione, tutti usciti dal settore giovanile…

“In generale, partendo dal 2004 fino al 2019, il settore giovanile del calcio a Matelica ha contribuito a rinforzare le rose di 70 diverse società, dalla serie B alla 3^ Categoria e Calcio a 5, con 206 giocatori, di cui 2 (Vrioni Giacomo e Polli Elisa) con presenze nelle nazionali giovanili”.

Mauro Canil, patron del Matelica

Come è organizzato il settore giovanile biancorosso?

“Il Settore Tecnico che prepara le squadre è formato da allenatori qualificati Uefa B/C FIGC, Laureati Scienze Motorie, per un totale di 21 tecnici, compresi anche preparatori dei portieri e preparatori atletici/motori, coordinati dal sottoscritto e dal Responsabile dell’Attività di Base Omar Ippoliti. 32 sono i dirigenti del settore giovanile (complessivamente 48 dirigenti in società), 7 collaboratori tra logistica e trasporti seguono quotidianamente le dinamiche organizzative delle varie squadre, a cui vanno aggiunti anche i componenti dello staff medico della prima squadra. Un nutrizionista che oltre a fare valutazioni sui giocatori, calcola l’indice di massa corporea per ogni ragazzo del settore giovanile, un fisioterapista sempre a disposizione. Da 2 anni stiamo eseguendo dei test motori per monitorare la crescita fisico motoria dei ragazzi oltre a quella tecnica: vengono fatti due rilievi (uno inizio stagione l’altro fine stagione). Dall’estate scorsa abbiamo avviato i Centri estivi (sperimentali in day camp) che nel prossimo futuro saranno potenziati ed estesi come periodo temporale con la possibilità di organizzarli in collaborazione con Società Professionistiche estere, quali Porto e Celtic. Stiamo valutando come poterli pianificare. A gennaio inizieremo un percorso di aggiornamento tecnico, presso le nostre strutture, rivolto ai nostri allenatori, con Tecnici di Società professionistiche italiane, in particolare il 13 gennaio 2020 ci sarà il primo evento. Abbiamo avviato una collaborazione con l’Università di Perugia e Urbino, Facoltà di Scienze Motorie, dove diamo possibilità agli studenti iscritti presso i loro atenei, di fare formazione pratica in campo, attraverso tutoraggio dei nostri tecnici”.

Stefano Serangeli è una nuova figura di questa stagione: di cosa si occupa?

“Dalla presente stagione, il settore giovanile si è strutturato ulteriormente, individuando un Responsabile Area Scouting, Stefano Serangeli, che ha il compito di selezionare i migliori talenti della nostra provincia e delle limitrofe, per poter migliorare le rose dal punto di vista tecnico e fisico: l’obiettivo è di costruire rose competitive e in un futuro prossimo, avere più giocatori pronti per la prima squadra”.

Anche Omar Ippoliti è un nuovo inserimento, qual è il suo ruolo?

“Per l’attività di Base è stato scelto il Prof. Omar Ippoliti, per seguire un percorso univoco di programmazione, sia nel metodo di allenamento che di insegnamento”.

Per quanto riguarda il percorso della scuola calcio èlite che cosa state facendo?

“Una novità importante sarà il Torneo Fair Play Elite, riservato alla categoria Esordienti, al quale prenderanno parte le migliori società della regione Marche, riconosciute dalla Figc come scuole Calcio Elite. Il riconoscimento della scuola calcio èlite è una novità assoluta che qualifica ulteriormente la Società e la colloca tra le più strutturate della nostra Regione”.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS