Matelica già in palla, tris all’Anconitana

CALCIO D’ESTATE – I ragazzi allenati da Battistini vincono 3 a 1. Caldo e assenze hanno condizionato la sfida

di Claudio Comirato

Test tra luci e ombre per l’Anconitana al Giovanni Paolo II° di Matelica dove la formazione di casa si è imposta per 3 a 1. Una gara condizionata dal gran caldo ma sopratutto dalle assenze. Il Matelica ha fatto a meno di Valenti, Tomassini e Leonetti praticamente l’attacco titolare oltre che a Bugaro, Severini e Vitali mentre Ciampelli privo di Battistini si è ritrovato con Visciano e Ambrosini a mezzo servizio. E proprio in virtù di queste assenze il tecnico umbro ha varato un 4/2/3/1 con Pierdomenico, Borghetti, Mercurio e Micucci in difesa, Bruno e Costantino a fare da schermo, Mansour, Zagaglia e Giambuzzi a centrocampo ad assistere Zaldua.

Un modulo piuttosto elastico con Mansour, Giambuzzi e lo stesso Zagaglia pronti a scalare in fase difensiva dando vita ad un 4/5/1. Per il Matelica invece Moretti unica punta assistito da Visconti, Barbetta e Barbarossa. La prima occasione al 15′ è del Matelica proprio con Moretti che sbuca alle spalle di Mercurio e centra il palo ma ad andare in vantaggio dopo 5 minuti è l’Anconitana grazie ad un prevegole assist di Pierdomenico per Mansour che di testa non da scampo a Urbietis. Il 4/2/3/1 varato da Ciampelli sembra dare i risultati sperati con l’Anconitana che in mezzo al campo si muove bene mettendo in difficoltà la formazione di casa ma negli ultimi minuti di gioco il Matelica pareggia grazie ad una incursione di Pupeschi che al 36′ mette in mezzo un pallone quanto mai velenoso che Mercurio pressato da Barbarossa spedisce alle spalle di Montuoso.

Sulle ali dell’entusiasmo il Matelica al 40′ sfiora il raddoppio con De Santis di poco alto sopra la traversa. Nel secondo tempo al 15′ la formazione di casa si porta in vantaggio con Croce che dai 20 metri sorprende nettamente Montuoso lasciato libero di tirare con il portiere dorico che poi trova il modo di riscattarsi sulle conclusioni di Visconti e di Renzo. Il terzo gol a firma Ioia arriva al 37′ con il giocatore di casa bravo a controllare un pallone proveniente dalle retrovie e a fulminare con un tiro a mezzo altezza l’incolpevole Montuoso. Secondo tempo che ha visto i due tecnici procedere ad una serie di cambi con Ciampelli che ha poi utilizzato Visciano e Ambrosini.

E proprio Ambrosini nei minuti finali ha centrato il palo direttamente da calcio piazzato. Un test come detto caratterizzato dalle tante assenze con Ciampelli che dopo il 4/3/3 e il 4/4/2 ha voluto sperimentare questo terzo impianto di gioco viste anche le assenze di Visciano e Ambrosini utilizzati negli ultimi minuti di gioco.

Alessandro Molinari
Author: Alessandro Molinari

Sono un amministratore

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Tag
Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS