Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Mastronunzio ritrova l’Anconitana, la vipera è pronta a mordere

/
img
Salvatore Mastronunzio

ECCELLENZA – L’ex bomber biancorosso domenica torna al Del Conero con la maglia del Montefano

di Claudio Comirato

Inutile negarlo, quella di domenica sarà una giornata particolare per i tifosi dell’Anconitana per il semplice fatto che al Del Conero ci sarà il ritorno di Salvatore Mastronunzio, 40 anni compiuti nello scorso mese di settembre. Mettersi a raccontare quello che ha fatto la “ Vipera” per i colori biancorossi sarebbe tempo perso, basti pensare che Mastro in carriera, proprio con la maglia dell’Ancona, ha messo a segno 109 reti. In poche parole, il bomber più prolifico nella storia del club. Di queste, ben 51 sono state realizzate nelle ultime due stagioni tra Prima categoria e Promozione. Un bomber di razza che ha fatto le fortune anche di Zaldua, lo scorso anno autore di 20 reti sempre con la maglia dell’Anconitana e lontano parente di quel Zaldua oggi alla corte di mister Ciampelli.

Nel periodo estivo, ma la situazione era nota da tempo, la proprietà ha deciso di non puntare più su Mastronunzio né tantomeno su Lori, altra bandiera dell’Anconitana. Una scelta che molti tifosi non hanno condiviso al punto tale che in città sono apparsi alcuni striscioni in cui non si contestava tanto la scelta tecnica fatta dalla dirigenza, ma il modo in cui si è arrivati a questa decisione e come è stata comunicata ai diretti interessati. Sta di fatto che Mastronunzio è andato al Montefano, mentre l’Anconitana dopo aver riconfermato Zaldua, si è orientata verso altri giocatori, ovvero Ambrosini e Mansour.

A distanza di pochi mesi, le parti domenica si ritroveranno di fronte. Difficile dire se la decisione di non riconfermare Mastronunzio sia stata giusta o sbagliata. Al momento il bomber, proprio con la maglia del Montefano, ha segnato 5 reti mentre l’Anconitana di Ciampelli in questo avvio di stagione sembra affidarsi alle conclusioni di Trombetta e ai gol di Magnanelli per trovare la via della rete. Una cosa è certa, solo il tempo potrà dire se la società ha fatto bene o ha fatto male circa la non riconferma della “vipera” che ora viene rimpianta da numerosi tifosi.

Mastronunzio torna ad Ancona in un momento particolarmente difficile per la formazione biancorossa che nelle ultime 6 partite ha totalizzato 4 pareggi, una vittoria e una sconfitta. Contattato in settimana, Mastro ha preferito non rilasciare dichiarazioni proprio per evitare strumentalizzazioni di sorta. Tra gli ex in campo, anche Nicola Pucci oltre al direttore generale del Montefano Daniele Gianfelici. Per quest’ultimo, un passato in quel di Ancona ai tempi della dirigenza Marinelli. Quella di domenica non sarà una partita come le altre per Mastronunzio e per i tifosi dell’Ancona, con il bomber che già nel febbraio del 2016 era tornato al Del Conero come ex di turno con la maglia del Siena. All’epoca finì 2 a 0 per la formazione toscana con la “vipera” che non riusci a trovare la via del gol.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!