Martinelli prende già in mano il Trodica: “Servono gli uomini giusti, non solo quelli forti”

Martinelli

PROMOZIONE – Il neo tecnico punta a conoscere i calciatori nel minor tempo possibile

Ha già svolto il primo allenamento con la sua nuova squadra Martino Martinelli, il tecnico che ha sostituito Luca Fermanelli sulla panchina del Trodica. Una decisione arrivata da parte della società dopo il pari col Portorecanati che è combaciato con l’ennesima gara non vinta dal club biancazzurro. Infatti il Trodica, costruito per vincere il campionato, dopo sei giornate si ritrova ancora a secco di vittorie. Un digiuno che la società vorrà stoppare cambiando volto tecnico e tattico alla squadra. “Ho trovato una squadra che sente addosso questa pressione di voler trovare la via della vittoria a tutti i costi. Un peso che logicamente toglie entusiasmo all’ambiente, ma se lavoreremo nel modo giusto il sorriso tornerà molto presto. Il Trodica è stata l’occasione giusta per rimettermi in carreggiata. La società è stata bravissima a convincermi, c’è solo da lavorare tanto per modificare quel qualcosa che non è andato per il verso giusto”.

Qual è stata la prima cosa che ha detto ai ragazzi?
“Per vincere non bastano giocatori forti, ma servono gli uomini giusti. Gli uomini che hanno valori, umani e tecnici. E questo Trodica ce ne ha parecchi”.

Con l’arrivo di Martinelli sulla panchina biancazzurra, cambierà completamente volto anche la squadra che scenderà in campo. Sarà addio a 4-4-2 o 4-3-1-2?
“Non ho un modulo preciso, mi base sui giocatori che ho. Tempo di conoscerli un po’, avere qualche allenamento a disposizione e poi per domenica farò tutte le valutazioni del caso”.

Una domenica subito rovente per il neo tecnico del Trodica che dovrà superare a freddo l’esame Maceratese in cui dai suoi nuovi ragazzi si attende una cosa sola: “una forte reazione”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi