Marina strepitosa, Jesina al buio

Vittoria di lusso per i biancazzurri in amichevole con cinque assenze

Trascinato da un Rossini strepitoso, il Marina centra un successo di prestigio battendo un avversario di categoria superiore come la Jesina, alla prima uscita stagionale dopo il test in famiglia. Decidono un autogol su corner di Pesaresi e il guizzo di Gabrielli che vanificano l’acuto di Pesaresi. È ancora un cantiere aperto la squadra di Strappini che propone il classe 2005 Sansaro tra i pali al posto dell’indisponibile Moscatelli con Lucarini al fianco di Tiago Capomaggio nel reparto arretrato. Il cuore pulsante del centrocampo è Pesaresi, assistito da Garofoli e Zagaglia, mentre Marcucci e Giovannini supportano Cordella in attacco. Privo di elementi importanti come Mancini, Maiorano, Medici, Sabbatini e Piermattei, il tecnico biancazzurro Giorgini affida invece a Gabrielli il compito di assistere l’ex Pierandrei. In mediana Gregorini e Testoni dettano i tempi della manovra, in difesa la coppia centrale è composta da Giovagnoli e Carloni.

La Jesina si rende subito pericolosa con la conclusione di Pesaresi, respinta dal baby 2005 Ricci, ma rischia sull’incursione di Gabrielli che si beve l’intera retroguardia avversaria e dalla svirgolata di Capomaggio, salvata da Sansaro. Dopo il prodigio dello stesso portiere biancorosso su Piermattei, il Marina colpisce con il corner di Gregorini deviato nella propria porta da un giocatore avversario. La replica immediata è affidata all’ex Pesaresi che fredda Ricci di testa. Il sorpasso è sfiorato dallo stesso centrocampista e da Cordella, il cui diagonale termina fuori di un soffio. Nella ripresa entrambi gli allenatori rivoluzionano gli assetti sperimentando nuove soluzioni. La Jesina si rende pericolosa con Trudo, tremando sull’affondo di Gabrielli. Decide pochi minuti dopo Rossini sugli sviluppi di una palla inattiva. Dall’ennesima fuga dell’incontenibile Rossini potrebbe arrivare anche il tris, negato da Pistola. Nel finale il team di Strappini prova a rimettere in equilibrio l’incontro mancando però di lucidità. Dopo le sconfitte di misura contro Castelfidardo e Osimana, il Marina si regala una bella soddisfazione. La Jesina dovrà lavorare molto per trovare un assetto adeguato in un campionato mai così difficile come l’Eccellenza di quest’anno.

JESINA – MARINA 1 – 2

JESINA (4-3-3): Sansaro; Grillo, Lucarini, Tiago Capomaggio, Dankor; Garofoli, Pesaresi, Zagaglia; Marcucci, Cordella, Giovannini. (Entrati nella ripresa: Pistola, Bugatti, Mazzarini, Dentice, Brega, Machedon, Ciavarella, Nazzarelli, Trudo, Polo Capomaggio, Nazzarelli, Trudo). All. Strappini.

MARINA (4-3-3): Ricci; Cucinella, Giovagnoli, Carloni, Droghini; Gregorini, Testoni, Gagliardi; Rossini, Pierandrei, Gabrielli. (Entrati nella ripresa: Coacci, Catalani, Albion, Massaccesi, Cesaretti, Dayamba, Rossetti). All. Giorgini.

RETI: 23’pt Gregorini, 29’pt Pesaresi, 19’st Rossini.

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS