Marchigiane di D, il bilancio alla sosta pasquale

CALCIO – Il punto dopo l’infrasettimanale

Dopo il turno infrasettimanale anticipato al giovedì per la sosta delle festività pasquali, le serie D tornerà in campo il 16 aprile per il primo degli ultimi quattro turni rimasti prima della fine del campionato. La trentesima giornata ha visto vincere le due squadre marchigiane dei piani alti della classifica, pareggiare le altre due coinvolte nella lotta salvezza e perdere le altre due che continuano a navigare a metà classifica per un bilancio in perfetto equilibrio di due vittorie, due pareggi e due sconfitte (una però è quella del derby tra Samb e Fano).

Vigor Senigallia e Alma Juventus Fano si confermano in ottima salute, con i rossoblu, capaci di trovare stimoli ed energie per rimontare dal doppio svantaggio il Matese e ribaltare il risultato nei minuti di recupero con un’altra perla di Kerjota, che hanno approfittato del pari interno del Pineto con il Tolentino per avvicinarsi di altri due punti tenendo vive le proprie speranze e il campionato. Alla ripresa dovranno far visita al Vastogirardi mentre gli abruzzesi saranno impegnati nella trasferta con il Trastevere terzo, situazione che lascia aperti scenari in grado di riservare sorprese per il finale di stagione.

Molto bene anche la squadra di Mosconi che ha interrotto la serie positiva interna di cinque vittorie consecutive proprio contro i ragazzi di Clementi, ma che con il successo di giovedì sulla Sambenedettese ha raggiunto la quarta piazza. Vittoria storica per i granata che a S. Benedetto non vincevano da 90 anni e che dovrebbe ulteriormente galvanizzare i ragazzi di Mosconi che al ritorno in campo hanno in calendario un altro “derby” al Mancini con il Montegiorgio, per il quale invece la sosta potrebbe capitare a proposito, permettendo ai rossoblu di assorbire l’indigesto 0-0 contro il Termoli.

Izzotti al termine della gara ha fatto chiaramente capire che non si può gettare alle ortiche un’occasione come quella capitata di poter giocare tutta la gara in superiorità numerica, ma l’atteggiamento mostrato dai ragazzi in campo è risultato eccessivamente timoroso e scolastico per pensare di vincere sfide cruciali come era quella con i molisani. L’espulsione di El Ouazni al fischio d’inizio potrebbe per certi versi aver agevolato i giallorossi nel capire il modo in cui interpretare la gara, ma di certo non si aspettavano che il Montegiorgio agevolasse così il compito, con una prestazione latitante di intensità e determinazione.

Qualità che invece non sono mancate al Tolentino che ha strappato lo 0-0 sul campo della capolista con Gagliardini protagonista nel neutralizzare il tiro dagli undici metri di Minincleri, ma la vittoria del Notaresco non è una buona notizia e per avere ancora chance nella lotta in fondo bisognerà trovare il modo di tornare a casa avendo fatto bottino pieno dalla trasferta di Avezzano, con gli abruzzesi apparsi in difficoltà nelle gare recenti raccogliendo un punto nelle ultime cinque.

Poco mossa la situazione in Riviera dove Porto d’Ascoli e Samb sono cadute contro Notaresco e Fano. Per i ragazzi di Ciampelli l’ultimo posto disponibile per entrare nella griglia playoff resta distante cinque punti ed è occupato dal Cynthalbalonga, che a quota 47 vede ancora sufficientemente distanti tanto i marchigiani quanto il Matese sesto a 43, cadute entrambe ieri, con soltanto l’Alma ad approfittarne. Discorso simile per la Samb, che rimane a + 4 sul Roma City prima squadra a dover disputare i playout e per cui la battuta d’arresto contro l’Alma sembrerebbe aver avuto l’unico effetto di accorciare il numero di giornate verso il termine di un campionato tormentato per i rossoblu di Manoni.

Sergio Brizi
Author: Sergio Brizi

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS