Marche, camminare con le ciaspole sulla neve: i consigli dell’esperto

di Marica Massaccesi

(Foto di Gianluca Dormicchi)

La ciaspolata, un nuovo modo di fare trekking sulle montagne innevate. E’ l’attività più in voga al momento nelle Marche da praticare all’aria aperta in queste giornate di freddo. Ai piedi si indossano le ciaspole, o racchette da neve e si parte per un’insolita camminata.

Una grande passione questa per Gianluca Dormicchi, guida naturalistica della Regione Marche, da ormai sei anni escursionista di riferimento per il trekking e per le camminate con le ciaspole nel periodo invernale. “Le mie principali ciaspolate sono organizzate in modo particolare sul territorio in cui vivo – spiega l’escursionista di Piobbico – principalmente organizzo camminate sulla neve sul Monte Nerone, sul Monte Catria (la cima più alta nella provincia di Pesaro – Urbino) e sul Monte Montiego perché da sempre cammino su queste montagne del pesarese che definisco appunto le mie montagne. Ci sono infatti percorsi dedicati a tutti, sia a famiglie con bambini, alle scolaresche ma anche percorsi per escursionisti più esperti che cercano itinerari con dislivelli importanti”.

Un’attività invernale che ha avuto un enorme aumento di appassionati negli ultimi due anni di pandemia. “Sicuramente c’è tanta voglia di stare all’aria aperta – continua – oggi come oggi l’escursionismo è cambiato: è diventato un bellissimo modo di socializzare, conoscere nuove persone e trascorrere giornate piacevoli e rigeneranti”. Ma è bene affidarsi a una guida? “Soprattutto se non si conosce il territorio – continua Gianluca Dormicchi – è meglio affidarsi a un esperto, il quale saprà insegnare il giusto approccio con la montagna, il rispetto dei luoghi da percorrere e come muoversi in sicurezza ma soprattutto ti porterà a scoprire le bellezze della montagna in cui cammini. Necessario inoltre un abbigliamento adeguato, soprattutto indossare degli scarponi comodi ai piedi, in modo tale da affrontare al meglio percorsi diversi fra loro, vestirsi a strati con capi termici e giacca a vento impermeabile”.

Tra i miei posti del cuore – conclude Gianluca Dormicchi – c’è sicuramente il Monte Nerone, dove andrò a ciaspolare anche questo fine settimana. Ci sono percorsi suggestivi e molto panoramici che si affacciano su ampi balconi innevati e dove lungo il tragitto si assisterà anche allo spettacolare tramonto. Ogni paesaggio in ogni stagione è unico e ogni volta, il paesaggio che in inverno diventa fiabesco grazie alla neve, in estate cambia completamente ed è altrettanto spettacolare”.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia