Manganello in auto, scatta la denuncia

I controlli lungo la costa

Sono proseguiti anche nel fine settimana appena trascorso i controlli interforze disposti dal Questore di Fermo nei nostri Comuni costieri. Nelle attività di prevenzione ad ampio raggio svolte, sabato e domenica unicamente nel corso dei controlli straordinari sono state identificate più di 500 persone e sottoposti ad accertamenti 100 veicoli; 53 gli esercizi commerciali verificati, dagli operatori della Divisione Amministrativa della Questura e delle Polizie Locali, presso i quali non sono state riscontrate violazioni alle norme anti-Covid e 13 le sanzioni per inottemperanza alle norme del Codice della strada.

 

Obiettivo principale quindi, le aree di aggregazione spontanea del litorale e soprattutto quelle nelle quali, lo scorso fine settimana, si sono verificati episodi di liti ed aggressioni tra giovani che hanno determinato l’intervento delle Volanti e la successiva attività d’indagine della Squadra Mobile che è riuscita, in brevissimo tempo, ad identificare i responsabili di un grave ed assurdo fatto di violenza.

Con il contributo di personale specializzato del Compartimento della Polizia Ferroviaria di Ancona, sono state effettuate specifiche verifiche presso le Stazioni ferroviarie, con particolare riguardo a quella di Porto San Giorgio provvedendo alla identificazione di numerosi giovani che stazionano all’interno dell’area di competenza.

Sono state 19 le sanzioni per il mancato rispetto delle disposizioni relative al contrasto alla diffusione della pandemia, ed anche nel corso di questi controlli la maggior parte dei destinatari sono giovani o giovanissimi che non utilizzavano né avevano al seguito i previsti dispositivi di protezione delle vie aeree.
A queste si aggiungono 3 sanzioni contestate dal personale della Volante nella notte appena trascorsa ad altrettante persone identificate tra le 2 e le 3 in transito a bordo delle proprie autovetture senza avere motivi validi per i loro spostamenti.
Tra le violazioni al Codice della strada, la maggior parte per la guida senza cintura di sicurezza o con il cellulare in mano ma anche quelle per la mancata revisione del mezzo condotto; ed ancora una sanzione a carico del proprietario di un veicolo segnalato in stato di abbandono da tempo in un’area pubblica a Fermo, che è risultato scoperto della prevista assicurazione obbligatoria da più di cinque anni e che, come previsto, è stato sottoposto a sequestro amministrativo ed affidato al titolare che è stato multato.
Ma anche due conducenti di veicoli segnalati alla Prefettura per il possesso di dosi per uso personale di sostanza stupefacente che è stata sequestrata mentre ai detentori è stata ritirata la patente di guida.
Infine, un persona è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria per il porto abusivo, nell’auto, di un manganello telescopico che è stato sottoposto a sequestro.

Controlli a tutto campo che proseguiranno anche nei prossimi giorni per la prevenzione dei reati e la sicurezza dei cittadini fermani e dei turisti.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana