Mal di testa e la Chiropratica

Il mal di testa è, purtroppo, un problema molto comune. L’organizzazione mondiale della sanità ha stimato che metà della popolazione mondiale ha sofferto di mal di testa almeno una volta nell’ultimo anno, il 30% degli adulti ha sofferto di emicrania e circa il 2% della popolazione soffre di mal di testa per 15 o più giorni al mese. Conseguentemente a questi valori, il costo che questo problema ha per la società è molto alto a causa dei giorni di lavoro persi e del costo sanitario; nel Regno Unito per esempio ogni anno si perdono circa 25 milioni di giorni di scuola/lavoro solo per l’emicrania!

I mal di testa primari più comuni sono emicrania, tensivo e a grappolo:

  • L’emicrania è caratterizzata da un dolore unilaterale, solitamente pulsante, di intensità moderata e intensa; dura dalle quattro alle 72 ore. I l dolore può essere accompagnato da nausea, fotofobia e fonofobia, l’attività fisica comunemente peggiora i sintomi. I primi episodi si verificano tipicamente in adolescenza o nei primi anni di età adulta e più comunemente nelle donne, in cui è stata spesso riscontrata una relazione con il ciclo mestruale. L’emicrania si può essere preceduta anche da un “aura” di sintomi sensoriali, come ad esempio disturbi visivi o del linguaggio, che si risolvono autonomamente. I più comuni sono i disturbi visivi.
  • Il mal di testa tensivo è il più comune e di conseguenza quello con il maggiore impatto economico-sociale sulla popolazione. Il doloro è bilaterale, stringente e pressante in tutta l’area peri-craniale. La durata può variare da 30 minuti a 7 giorni; non è comunemente associati con nausea o altri sintomi e non è influenzato dall’attività fisica. L’intensità varia da debole a moderata.
  • La cefalea (mal di testa) a grappolo è caratterizzata da un dolore intenso o molto intenso ed improvviso solitamente percepito nell’area orbitale, sopraorbitale e temporale; la durata è dai 15 minuti alle 3 ore e si può verificare una volta al giorno o fino ad otto volte nella stessa giornata. Il mal di testa è associato a sintomi isolaterali di rinorrea, lacrimazione, congestione nasale, miosi, ptosi, e agitazione. Gli attacchi di dolori sono raggruppati in “grappoli” di settimane o mesi che sono poi seguiti da periodi di remissione senza mal di testa.

Fra i mal di testa secondari, aventi una causa primaria, il più comune è quello che deriva dall’uso eccessivo di farmaci, spesso proprio farmaci usati nel trattamento delle cefalee. Ne soffre circa il 5% della popolazione; il dolore si manifesta per 10 o più giorni del mese ed è spesso peggiore la mattina appena svegli.
Problemi alla colonna cervicale e in altre aree di testa e collo sono anch’esse frequenti cause di cefalee secondarie; in particolare il ruolo dei muscoli cervicali, dell’artic temporo-mandibolare, sinusite cronica or errori di refrazione agli occhi è importante. Nei casi di mal di testa secondario i sintomi si presentano somiglianti a quelli dei mal di testa primari ma sono strettamente legati nel loro andamento e risoluzione alla causa che li ha originati.
La Chiropratica, in quanto professione sanitaria primaria, e specialista del sistema neuro-muscoloscheletrico svolge un ruolo importante per il trattamento delle cefalee. Prima di tutto, la precisione e accuratezza dell’esame iniziale danno la possibilità al Dottore in Chiropratica di rilevare eventuali cause gravi per il mal di testa e prontamente riferire il paziente. Successivamente, l’utilizzo di test specifici permette di individuare la causa del mal di testa valutando per esempio quali muscoli del collo o della mandibola sono coinvolti; troviamo fra i più comuni il trapezio, i muscoli occipitali, ma anche i pterigoidi e i muscoli temporali.
Lo scopo primario della Chiropratica è infatti sempre quello di trovare la causa del problema prima di trattare solo i sintomi; in questo modo, oltre ad aiutare nel presente funge anche da prevenzione per il futuro. Il Dottore di Chiropratica lavora con il sistema nervoso, composto dal cervello e tutti i nervi, attraverso aggiustamenti chiropratici specifici, esercizi e consigli sullo stile di vita; tutto questo in collaborazione con il paziente ripristina il corretto equilibrio del sistema nervoso e allevia i sintomi primari.

(articolo promoredazionale)

Clicca qui per maggiori informazioni

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia