Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views : Ad Clicks : Ad Views :

Magic moment Jesina, Trillini riaccende le speranze salvezza

/
img
Sauro Trillini

SERIE D – Cinque reti al Fiuggi, col nuovo tecnico i leoncelli hanno conquistato 7 punti in tre gare: “L’ambiente è sereno, ma la strada è ancora lunga e difficile”

di Claudio Comirato

Sette punti in tre partite. Ecco quello che è riuscito a fare il tecnico Sauro Trillini chiamato in corso d’opera a guidare la Jesina che già in passato aveva avuto modo di allenare dove peraltro ha militato anche come giocatore. Quando Trillini è arrivato in quel di Jesi, la squadra era in fondo alla classifica con appena 2 punti. Dopo il successo ottenuto con il Giulianova, la formazione leoncella è andata a pareggiare sul campo del Cattolica per poi strapazzare al Carotti il Fiuggi  per 5 a 1. Fine partita che ha visto la formazione jesina applaudita dal pubblico di casa che ora crede nel miracolo. D’altronde la classifica al momento vede il Fiuggi con 16 punti, Avezzano 13, Tolentino e Chieti 11, Jesina 9 e a chiudere il Cattolica con 6 punti.

Tutto è ancora possibile, ci mancherebbe altro, anche se il tecnico preferisce guardare avanti ignorando la classifica: “Qualcosa di buono lo abbiamo fatto – afferma Sauro Trillini – ma la classifica per il momento parla da sola e di certo non ci sorride. Per come siamo messi è il caso di vivere alla giornata evitando calcoli o combinazioni matematiche che lasciano il tempo che trovano. Ogni domenica la squadra deve scendere in campo dando il massimo, la cosa più importante è muovere sempre la classifica, poi i conti li faremo alla fine dei giochi”. Che squadra ha trovato quando 3 settimane fa è arrivato a Jesi e soprattutto, cosa è cambiato per conquistare 7 punti in 3 giornate? “Sotto il punto di vista atletico posso solo ringraziare il lavoro di chi mi ha preceduto. La squadra fisicamente sta bene, il problema riguardava l’aspetto mentale. Una squadra dimessa e quasi rassegnata al proprio destino. Essere partiti con una vittoria contro il Giulianova è stata una bella iniezione di fiducia. Poi siamo stati bravi a conquistare un punto nello scontro diretto col Cattolica. Col Fiuggi è arrivata la seconda vittoria. La strada è ancora lunga e difficile, i tifosi lo hanno capito e ci stanno dando una bella mano”.

Come è stato accolto dalla tifoseria leoncella? “Quando il direttore sportivo Gianfranco Amici mi ha chiamato, non ho avuto esitazioni nell’accettare questo incarico. La piazza di Jesi la conosco bene avendo già allenato questa squadra dove peraltro ho anche giocato. I tifosi,  ma l’intero ambiente mi ha accolto nel migliore dei modi. Di più non potevo chiedere a queste persone”. Jesina che nel prossimo turno, in programma sabato, farà visita al Chieti: “E’ uno scontro diretto quindi non possiamo permetterci di sbagliare. Fare punti non sarà una cosa semplice, i ragazzi lo sanno, in settimana troveremo il modo di preparare al meglio questa partita cercando di perfezionare diversi meccanismi. L’ambiente è sereno, ma non per questo dobbiamo distrarci né tantomeno sentirci appagati. La strada è ancora lunga e per noi sarà sempre in salita”.

  • Facebook
  • Twitter
  • Google+
  • Linkedin
  • Pinterest
This div height required for enabling the sticky sidebar
error: Contenuto protetto !!