Magic moment Borgo Minonna, addio zona playout: nel mirino ci sono i playoff

PRIMA CATEGORIA, GIRONE B – Tre vittorie consecutive per la squadra di Luchetta e contro Le Torri possono calare il poker

“Ci tireremo fuori da questa situazione di classifica ma ora dobbiamo solo pensare a rimanere uniti e compatti”. Così parlava nei mesi scorsi Cristiano Luchetta tecnico del Borgo Minonna con la sua squadra che in quel periodo si trovava in fondo alla classifica. A distanza di due mesi, dopo lo stop causa pandemia e la ripresa del campionato, il Borgo ha raccolto 9 punti in tre gare vincendo gli scontri diretti con Castelbellino, Laurentina e Montemarciano. Un filotto che è servito ad abbandonare la zona playout e ritrovarsi a ridosso della griglia playoff.

Posizione di classifica che sabato il Borgo Minonna potrebbe ulteriormente rafforzare. La formazione jesina in casa riceverà la visita del Le Torri Castelplanio, ultima in classifica. Numeri a parte, Cristiano Luchetta preferisce guardare avanti mettendo in evidenza le difficoltà che questa gara potrebbe riservare: “Se scendiamo in campo guardando la classifica e pensare che contro Le Torri sarà una passeggiata, è la volta che rimediamo una brutta figura. Ci aspetta una gara complicata contro una squadra guidata da un tecnico esperto com’è Cesare Carletti. In un campionato equilibrato come la Prima categoria, bisogna prestare la massima attenzione ad ogni minimo particolare. Fisicamente stiamo bene, le vittorie ottenute nelle ultime tre giornate di campionato hanno unito un gruppo che peraltro era sempre rimasto compatto nell’affrontare le difficoltà”.

Come si spiega questo passaggio dalla zona playout a quella playoff? “Ad inizio stagione abbiamo avuto tanti infortuni, sopratutto a carico di quei giocatori che erano chiamati a guidare questa squadra. Tante partite le abbiamo affrontate con i ragazzi alla prima esperienza, si sono dovuti adattare alla categoria, hanno dato il massimo ma qualcosa abbiamo pagato nel gestire certe situazioni. Negli ultimi periodi abbiamo recuperato diverse pedine il che ci ha dato la possibilità di ritrovare un certo equilibrio in mezzo al campo ma il cammino è ancora lungo. Per noi questo deve essere un anno di transizione”.

Michele Raffa
Author: Michele Raffa

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS