Mafie straniere radicate nelle Marche, Leonardi (FdI): “Serve attenzione costante e concreta”

L’Intervento dopo i dati del rapporto del primo semestre 2019 della Dia

Riceviamo e pubblichiamo da parte del capogruppo di Fratelli d’Italia, Elena Leonardi.

“Apprendo con preoccupazione, ma non con sorpresa, le ultime notizie che arrivano dal rapporto relativo al primo semestre 2019 della Direzione Investigativa Antimafia e rinnovo la mia richiesta di attenzione e di intervento contro la diffusione di queste criminalità – ha commentato il capogruppo in Regione di Fratelli d’Italia, Elena Leonardi –. Già da tempo infatti il Consiglio regionale aveva approvato una mia mozione che impegnava la giunta a chiedere al Governo nazionale di assumere iniziative urgenti e normative specifiche per potenziare le attività di indagine e contrasto sul territorio marchigiano e di specializzare le Procure Antimafia con uffici ad hoc per il contrasto della feroce e violenta mafia nigeriana e di tutte le nuove mafie che si stanno radicando nel nostro territorio non senza sinergie con le mafie locali.

La DIA di fatto conferma quanto da tempo anche noi di Fratelli d’Italia stiamo denunciando, cercando di accendere i riflettori su un fenomeno che si è insediato anche nel territorio marchigiano e sul quale non riteniamo che bisogni abbassare la guardia. La presenza e l’attività delle mafie straniere sul nostro territorio, nella gestione delle piazze di spaccio di sostanze stupefacenti che risulta appannaggio attualmente soprattutto dei gruppi di origine africana, organizzazioni criminali, attive anche nel traffico di esseri umani, riduzione in schiavitù e sfruttamento della prostituzione, che hanno instaurato sinergie con mafie autoctone.

Fenomeni sottovalutati per molto dalla politica nelle Marche – ha aggiunto il consigliere Leonardi – dei quali si è iniziato a partire dopo il tragico omicidio di Pamela Mastropietro, un dramma che accese le luci su una realtà radicata e presente nei nostri territori. I dati della DIA ci impongono un’attenzione costante e concreta affinché quello che sta accadendo nella nostra Regione non venga sottovalutato ulteriormente, soprattutto oggi che ci stiamo affacciando ad un lungo periodo di lavori di ricostruzione che potrebbero essere attrattivi di determinate criminalità. Ho presentato diversi atti su queste tematiche, in linea con le battaglie nazionali e imprescindibili di Fratelli d’Italia. Ricordo la mozione per l’istituzione di un Osservatorio permanente e di un Tavolo della Legalità sulle infiltrazioni criminali nell’economia e nel tessuto sociale, nonché i miei atti rivolti al sostegno costante delle forze dell’ordine e del loro operato”, ha concluso il capogruppo Elena Leonardi.

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia