Maceratese: tre mesi choc tra Trillini, Conti, Sfredda, Di Fabio, De Cesare, Vissani e tanto altro

L’addio del DG arriva dopo un avvio di stagione particolarmente turbolento

Negli ultimi tre mesi in casa Maceratese è successo praticamente di tutto. Riavvolgiamo il nastro e cerchiamo di ripercorrere i fatti. Mister Trillini e il ds Conti reduci da 11 vittorie consecutive e dalla vittoria del torneo di Promozione vengono mandati via dopo aver ottenuto un grande risultato, per certi versi anche tra lo stupore generale.

Conti, ex ds Maceratese

Trillini e il duo Crocioni-Vissani si beccano anche a brutte parole con dichiarazioni pubbliche note agli sportivi. Arriva il duo Sfredda-Di Fabio. Piazza che riparte di slancio e con entusiasmo per il ritorno di un big come il tecnico di Martinsicuro che a Macerata ha lasciato un grandissimo ricordo. Viene ufficializzato il rinnovo di Nicolò De Cesare con il calciatore in viaggio di nozze e dunque anche volendo impossibilitato a firmare dall’altra parte del mondo il rinnovo.

Nicolò De Cesare

Lo stesso De Cesare che quando torna viene praticamente tagliato quasi subito. La motivazione ufficiale è per via di problematiche fisiche legate al ginocchio (che comunque la società sapeva da fine campionato) anche se poi l’arrivo di Loviso pare aver inciso sul suo addio con modalità che nulla hanno a che vedere all’eleganza e al comportarsi in maniera almeno dignitosa con un capitano reo di aver preso una squadra praticamente allo sbando nella scorsa stagione e averla accompagnata in Eccellenza con il record di 11 vittorie consecutive.

Peppe Sfredda

Due allenamenti e viene fuori che società, Di Fabio e Sfredda “non si capiscono” sul budget a disposizione. Il finimondo. Mister e ds vanno via con dichiarazioni roboanti sulla gestione della società. Lasciando di fatto la Rata con qualche giocatore e soprattutto senza allenatore e ds. Cosa fa la società? Richiama Trillini, che era stato trattato in maniera incomprensibile. Trillini, forse a torto, passa sopra a quanto fatto e accetta di tornare alla Maceratese pur sapendo di andare in una società dove tutto e il contrario di tutto è possibile.

Si inserisce Bacchi come team manager ma ultimamente ormai dovrebbe aver preso i gradi di Ds vista l’assenza di dirigenti in materia. Squadra incompleta e con grosse lacune come rincalzi per un campionato di vertice che Macerata e i maceratesi meriterebbero in Eccellenza.

Enzo Vissani, ex DG Maceratese

Poi arriviamo a ieri quando la società ufficializza l’addio al DG Enzo Vissani. Le continue idee “discrepanti” tra dirigente e presidente hanno portato a questa decisione.  Col l’aggravante che il DG, magari non amato per i suoi modi irruenti, reperiva diversi denari.

Una cosa è certa: sono passati solo due mesi dall’inizio della nuova stagione e già ne abbiamo raccontate diverse. La stagione è lunga e se il buongiorno si vede dal mattino nessun tifoso biancorosso nel capoluogo dorme sonni tranquilli.

Andrea Busiello
Author: Andrea Busiello

Potrebbe interessarti anche

                       

Articoli correlati

                       

Dalla home
VUOI RIMANERE SEMPRE AGGIORNATO?

Iscriviti al nostro
canale telegram

Autore

I Più LETTI
DELLA SETTIMANA

I Più condivisi
DELLA SETTIMANA

 

Ultime NEWS