Maceratese, tifosi arrabbiati e Niane (rinforzo gratis) subito decisivo

Niane (con la casacca della Maceratese)

PROMOZIONE – Sabato da dimenticare per i biancorossi, testa subito al big match col Monturano

Non siete degni di portare questa maglia, buttatela dentro il mare”. Qualche tifoso della Maceratese presente ieri a Marina Palmense non le ha mandate a dire alla squadra per l’ennesima prova deludente di questa stagione. La truppa di Trillini ha pareggiato al 90’ su rigore in casa della Palmense, impegnata nella lotta per non retrocedere. Un inizio di 2022 sicuramente negativo per i biancorossi che vorrebbero mettere nel mirino il primo posto ma che con questo mezzo passo falso si trovano addirittura con soli tre punti di vantaggio sulla zona play off. Quella che inizierà domani (lunedì) sarà una settimana importante perché poi domenica ci sarà il match interno contro il Monturano, una delle realtà più importanti del torneo e attualmente a +4 dai biancorossi. Inutile sottolineare l’importanza del match.

Se da Marina Palmense non arrivano buone notizie, ne arrivano di peggiori da Monterubbiano dove la Civitanovese ha vinto dilagando (4 a 1) e si è portata a -3 proprio dai biancorossi dimostrando di essere in salute. Ma la beffa maggiore per i tifosi biancorossi arriva nel vedere Niane tra i migliori in campo (autore di un gol e belle giocate prima di uscire per un pestone prima della fine del primo tempo). Niane era stato ritenuto non idoneo a giocare con la Maceratese e così i biancorossi lo hanno svincolato negli ultimi giorni di mercato. L’attaccante classe 2001 si è trovato sul mercato e immediato è stato l’intervento dei rossoblu nel tesserarlo e metterlo tra le frecce a disposizione di mister Vagnoni, ovviamente a costo zero. Insomma, non la migliore delle operazioni un rinforzo a una rivale senza esborso di denaro.

Tra le note liete della trasferta fermana l’esordio del classe 2003 Battezzati (argentino): anche se la società non ha ufficializzato il suo arrivo il calciatore ieri era in panchina ed è entrato nel finale andando a conquistare il calcio di rigore risultato poi decisivo grazie alla trasformazione di Tittarelli.

Tanto lavoro per mister Trillini con una settimana di lavoro molto importante: difficile recuperare Mastronunzio per la gara di domenica anche se ovviamente si cercherà di fare del tutto per renderlo abile in quella che potrebbe essere un’ultima chiamata per il primo posto.

Dalla Home


Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Ultime dalla provincia