Macerata, Ricotta critica la gestione Covid

Narciso Ricotta

Da Narciso Ricotta (Capogruppo Pd) riceviamo e pubblichiamo:

“La città vive su due mondi paralleli: quello dell’emergenza covid con la gente che non esce ed i bar e ristoranti chiusi e quello dell’Amministrazione che parla di auto che possono circolare liberamente in centro e di parcheggi gratuiti davanti alle attività commerciali. Il 12 novembre – ultimo dato disponibile sul sito del Comune e già troppo vecchio – in città sono registrate 726 persone in quarantena di cui 446 positivi e 280 in isolamento fiduciario. L’Amministrazione comunale assiste silente all’aumento dei contagi, ai reparti del nostro ospedale – a cominciare dal pronto soccorso – che sono ai limiti del collasso, ai posti letto covid già completi, alle altre attività ospedaliere ordinarie rinviate o a rischio sospensione, alla carenza di personale sanitario, al proliferare dei contagi anche tra medici e infermieri, alla difficile situazione della nostra casa di riposo di Villa Cozza con numerosi contagiati. Siamo preoccupati perché di fronte a tutto questo la Giunta parla solo di commercio digitale, ztl e Natale. Insomma due mondi paralleli: quello dei sogni e quello dei cittadini che non sanno come fare in caso di sospetta infezione, a chi rivolgersi, quante USCA – unità mediche mobili – ci sono in città per i maceratesi che possono essere curati a casa e come contattarle, dove e come poter fare un tampone velocemente, quali servizi le nostre farmacie comunali stanno mettendo in campo per supportare l’emergenza, a chi rivolgersi per farsi portare la spesa o i farmaci a casa.
Tutto è lasciato ad uno scarno spazio sulla pagina internet del Comune che manca di moltissime delle informazioni necessarie di cui sopra e, sicuramente, non è il mezzo più accessibile per la popolazione anziana che, in questo momento, è quella più spaventata e bisognosa di servizi. Insomma il Sindaco e l’Amministrazione stanno affrontando un’emergenza così grave come se l’opera di sensibilizzazione, di informazione, di creazione di nuovi servizi per la popolazione a dimensione locale – nuovo piano di protezione sociale – non fosse anche compito loro.  Inoltre, il Sindaco maceratese è il Presidente della Conferenza dei Sindaci sulla sanità con un preciso dovere di controllo e stimolo sull’ASUR Area Vasta 3. Fare il Sindaco non è solo tagliare i nastri e sognare ma, purtroppo, è confrontarsi ogni giorno con i problemi dei cittadini e farsene carico: il Comune in questo momento di difficoltà deve stare più vicino ai cittadini”.

Vuoi rimanere sempre aggiornato?

Articoli più letti della settimana

Articoli più condivisi

Ultime dalla provincia